Raccolti 11mila euro per i laboratori d’arte nelle scuole di San Casciano

Nelle scuole di San Casciano si fa largo la cultura dell’arte che alimenta talenti in erba. L’idea di poter esprimere il proprio mondo su ‘tela’, tratteggiando sentimenti, valori, desideri, il sogno di rappresentare dimensioni reali o fantastiche a colpi di ‘pennello’ non sono più solo desideri o visioni coltivati da adulti e bambini. L’obiettivo di allestire laboratori d’arte nelle scuole dell’Istituto comprensivo Il Principe sarà presto realtà. Il progetto, creativo e solidale allo stesso tempo, di raccogliere fondi per la creazione di nuove opportunità educative legate al settore dell'arte nelle scuole di San Casciano, è arrivato dritto al cuore della comunità sancascianese.

L’iniziativa collettiva “Tutti per la scuola - la scuola per Tutti”, nata dalla volontà di due cittadini residenti nel territorio, dallo spirito sensibile e attento alla formazione culturale nei più piccoli, ha richiamato l’attenzione sulla necessità di investire nel futuro della scuola, sulle vocazioni degli studenti attraverso un percorso inedito che mira a favorire l’ampliamento dell’offerta artistica ed espressiva da valorizzare, promuovere e sostenere con spazi e strumenti specifici. All'appello del progetto hanno risposto centinaia di famiglie donatrici. Le risorse confluite verso l'obiettivo comune, raccolte grazie alla lotteria con la quale sono stati venduti 3.558 biglietti e le donazioni effettuate per l'acquisto delle opere di Giovanni Mattioli, esposte tra le sale del Museo Giuliano Ghelli, ammontano complessivamente a 11mila euro circa. I promotori e gli organizzatori del progetto, l’Istituto statale comprensivo “Il Principe”, il Comune di San Casciano in Val di Pesa, la Pro Loco di San Casciano, la sezione soci Coop di San Casciano, il Corpo musicale Oreste Carlini, i Circoli, le associazioni di volontariato sono grate a tutta la cittadinanza per l'eccellente risultato raggiunto.

“Innanzitutto intendiamo rivolgere un ringraziamento sentito e caloroso agli ideatori che hanno messo in moto tutta la macchina del progetto, curandone brillantemente ogni aspetto - dichiarano i promotori - il loro senso civico è stato un modello di cittadinanza attiva che vive non solo di idee e principi ma di azioni concrete e virtuose, i cittadini che ci hanno proposto l’iniziativa sono riusciti a costruire una vera e propria rete di forze e collaborazioni, mobilitando e coinvolgendo l'intera comunità nella raccolta fondi finalizzata a costruire nuovi percorsi di formazione rivolti agli studenti chiantigiani”.

“Un grazie di cuore lo estendiamo inoltre - tengono a dire - ad ogni singola famiglia del nostro territorio che ha aderito all'iniziativa mostrando consapevolezza, vicinanza e spirito di solidarietà nel concentrare attenzione e risorse, in un momento così complesso, al percorso di crescita dei più piccoli”.

L’iniziativa ha offerto anche l’occasione di animare gli spazi culturali di via Roma, la sede del Corpo Musicale Oreste Carlini, che per tre settimane si è trasformata in una galleria di colori e forme dove sono state esposte le 40 opere realizzate da cinquanta classi delle scuole primarie di San Casciano, Mercatale, Cerbaia e della scuola secondaria di primo grado di San Casciano, e il museo Giuliano Ghelli che si è vivacizzato con l’esposizione dei capolavori naturalistici e storici firmati dal pittore Giovanni Mattioli. I cittadini hanno potuto contribuire alla realizzazione del progetto “Tutti per la scuola – La scuola per Tutti” acquistando i biglietti della lotteria, organizzata dalla Pro Loco, ed effettuando delle donazioni per l'acquisizione delle opere dell'artista Mattioli.

Fonte: Ufficio stampa associato del Chianti Fiorentino



Tutte le notizie di San Casciano in Val di Pesa

<< Indietro

torna a inizio pagina