La Provincia di Prato cerca immobili da destinare a scuole superiori

È stato pubblicato sul sito della Provincia di Prato un avviso pubblico finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse per la cessione in locazione di immobili da destinarsi a scuola secondaria di secondo grado per gli istituti di competenza provinciale.

L’esigenza da parte della Provincia è quella di reperire spazi per ricollocare circa quaranta classi, oltre a relativi spazi accessori. La ricerca di nuovi edifici, collocati anche su più sedi e divisi in lotti (come da avviso), si è resa necessaria per far fronte alle esigenze che emergeranno a partire da settembre 2022 con l’avvio di alcuni lavori sugli edifici scolastici provinciali finanziati dal PNRR. Nello specifico, gli interventi riguardano l’istituto Dagomari, che sarà oggetto di un importante intervento di adeguamento sismico, e il liceo Copernico, la cui succursale sarà oggetto di sostituzione edilizia, saranno cioè demoliti i fabbricati esistenti risalenti agli anni ‘80 e sostituiti con una nuova sede moderna e all’avanguardia.

“Ho dato mandato agli uffici provinciali di avviare questa ricerca di immobili da destinare a scuole perché da settembre partiranno due importanti cantieri per la riqualificazione di due scuole della provincia – ha commentato il presidente Francesco Puggelli -. Vogliamo partire per tempo per farci trovare pronti con l’inizio del nuovo anno accademico in modo da garantire agli studenti spazi e luoghi adeguati per svolgere le lezioni. La manifestazione di interesse si divide in tre lotti, per i primi due cerchiamo immobili a partire da settembre 2022, il terzo lotto ci sarà utile per coprire le esigenze che prevediamo emergeranno a partire da febbraio 2023”.

“I prossimi anni saranno decisivi per risolvere una volta per tutte la storica carenza di spazi di cui soffre la nostra provincia – ha aggiunto Puggelli - e ci permetteranno anche di potenziare e rendere ancora più competitiva l’edilizia scolastica pratese che ormai da anni si trova a dover far fronte ad una sempre maggiore richiesta da parte di studenti che, pur vivendo fuori provincia, scelgono di studiare a Prato. Tuttavia per arrivare a questo traguardo saranno avviati dei lavori che non possono essere eseguiti con gli studenti in aula, per questo la necessità di reperire edifici sul territorio per ricollocare le classi”.

Gli immobili dovranno poter accogliere almeno 10 aule didattiche (più spazi accessori) ed avere una superficie lorda complessiva di almeno 1100 mq. Maggiori dettagli sul tipo di contratto di locazione e sulla durata dello stesso sono consultabili nel dettaglio dell’avviso.

Per essere ammesse alla successiva fase di confronto, tutte le adesioni alla manifestazione di interesse dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 31/01/2022 all’Ufficio Protocollo della Provincia di Prato e potranno essere inviate tramite PEC all’indirizzo provinciadiprato@postacert.toscana.it oppure spedite a mezzo posta mediante raccomandata A/R all’ufficio protocollo della Provincia.

Eventuali chiarimenti di carattere tecnico sulle caratteristiche degli immobili, possono essere richiesti al Settore tecnico, Architetto Cecilia Gelli tel. 0574 534412 - mail: cgelli@provincia.prato.it.

Fonte: Provincia di Prato - Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina