Bilancio di previsione a Fucecchio, la minoranza si spacca: il M5s vota sì

Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio (foto gonews.it)

Nel 2022 nuovi investimenti in infrastrutture, scuole e riqualificazione del centro storico


Approvato ieri sera a larga maggioranza il bilancio di previsione 2022 del Comune di Fucecchio. Il Consiglio Comunale ha approvato il documento di programmazione con i voti favorevoli della maggioranza, composta da Partito Democratico e #OrgoglioFucecchiese, e di una parte dell'opposizione che si è divisa. Fabrizia Morelli per il Movimento 5 Stelle ha votato a favore, Leonardo Pilastri, indipendente uscito da poco dalla Lega, si è invece astenuto. Il voto contrario è stato espresso soltanto dai due consiglieri della Lega e dai due consiglieri di Forza Italia. “Un risultato – commenta il sindaco Alessio Spinelli - che ci conferma la bontà delle nostre proposte, l'attenzione ai temi più sentiti dai cittadini e tutti gli importanti investimenti per lo sviluppo del nostro territorio”.

Infrastrutture, sviluppo, scuola, transizione ecologica sono i principali temi sul piatto per un 2022 che si prospetta ricco di novità e di investimenti.

Sindaco Spinelli, il prossimo anno porterà novità importanti per quanto riguarda la viabilità extraurbana di Fucecchio?
Direi proprio di si. Partiranno i lavori per l'allargamento della Strada Regionale 436 tra San Pierino e l'entrata della FIPILI a San Miniato Basso con la creazione di un percorso ciclo-pedonale in sicurezza che permetterà ai cittadini di raggiungere anche la stazione ferroviaria e ai pellegrini della Via Francigena di proseguire il loro cammino verso sud in un percorso dedicato. Per questi lavori il Comune di Fucecchio si è assunto l'onere di essere stazione appaltante per la Regione Toscana, cercando così di snellire al massimo l'iter burocratico. Sempre nel prossimo anno poi ci sarà la progettazione della rotatoria all'intersezione tra le strade provinciali Romana Lucchese e Pesciatina in località Vedute. Un intervento che eliminerà finalmente una situazione di pericolo dalle colline delle Cerbaie. Inoltre partirà l'iter della progettazione della bretella lungo l'argine dell'Arno.

Quelli lungo le grandi arterie non saranno però gli unici interventi per quanto riguarda la viabilità.
Assolutamente no. Stiamo realizzando un'importantissima opera di riqualificazione con pista ciclabile del tratto centrale di Viale Colombo, la strada che unisce Fucecchio a Ponte a Cappiano, e daremo avvio al progetto per realizzare la ciclopista su Via Burello, in direzione Torre. Un intervento per pedoni e ciclisti che andrà ad aggiungersi a quello già effettuato su Via Pistoiese, verso Botteghe, e a quello che stiamo progettando lungo l'Arno insieme alla Regione Toscana. Qui siamo capofila del progetto da 2 milioni di euro per quanto riguarda i comuni del Comprensorio del Cuoio.

Un tema, quello della mobilità sostenibile che si sposa alla perfezione con il concetto di transizione ecologica.
Su questo tema siamo già impegnati e lo saremo sempre di più. Abbiamo dato avvio alle centrali a biomassa delle scuole di Querce e Vedute, promuovendo risparmio energetico ed economia circolare. Abbiamo poi investito nell'efficientamento energetico della pubblica illuminazione con interventi già realizzati in alcune zone del capoluogo e nelle frazioni di Torre e Massarella. Nel 2022 per quanto riguarda la pubblica illuminazione sarà l'anno di Querce, Pinete, Vedute e Galleno che vedranno nuovi corpi illuminanti a led e un ampliamento dei punti luce con un investimento complessivo di 130 mila euro. Anche per garantire maggiore sicurezza.

Il tema della sicurezza ci porta a parlare anche di edifici pubblici e in particolare di scuole.
Per i lavori nelle scuole sarà un anno molto importante. In tema di sicurezza sono previsti due interventi significativi di miglioramento sulla scuola Pascoli e sulla scuola Carducci, per un totale di 260 mila euro. Poi porteremo a termine l'ampliamento della Scuola Media Montanelli Petrarca con 4 nuove aule che consentiranno una migliore organizzazione degli spazi per un importo di 600 mila euro. Ma l'opera più importante, in termini economici, è quella che prenderà il via entro la fine del prossimo anno quando partiranno i lavori per la realizzazione della nuova scuola di Vedute. Un progetto da un milione di euro per il quale siamo già riusciti ad ottenere 872 mila euro di finanziamento regionale.

Scorrendo le principali voci del bilancio di previsione si nota un investimento davvero significativo sul centro storico.
Si, investimenti che il centro di Fucecchio ha visto poche volte negli ultimi decenni. Direi i più grandi dai tempi del recupero di Parco Corsini. Il progetto si chiama Abitare Solidale e grazie ad un finanziamento di 2 milioni e 380 mila euro ci permetterà di riqualificare alcuni importanti edifici e alloggi con l'obiettivo di riportare sempre più fucecchiesi a vivere nel centro storico. Grazie a questo finanziamento creeremo una nuova porta di accesso andando a riqualificare le vecchie carceri con i giardini posti sul retro e un percorso pedonale che da Piazza Vittorio Veneto condurrà a Poggio Alberighi. Ma non solo, un'intensa opera di riqualificazione riguarderà edifici pubblici che sono posti in Via Manzoni, in via Machiavelli, in Via Curtatone e Montanara e in altre zone del centro storico. Per ridare vitalità e decoro al centro di Fucecchio d'altronde non basta un unico intervento, serve un progetto complessivo che affronti la questione da tanti punti di vista.

Anche dal punto di vista della presenza delle auto?
Certamente, la riqualificazione della parte alta del paese passa anche dalla riduzione drastica del numero delle auto in sosta. Ma per farlo occorre dare ai cittadini che vi risiedono delle alternative. E per questo che, sempre nel 2022, inizieremo la progettazione di un parcheggio sotterraneo in via Sbrilli con una risalita meccanizzata fino a Piazza Vittorio Veneto. Un progetto da 4 milioni finanziato dalla Regione Toscana. Così potremo liberare la piazza principale del centro storico dai veicoli e restituirla al suo splendore, come è accaduto nella parte bassa con Piazza Montanelli.

Il tema del centro storico rimanda anche agli investimenti in turismo e cultura.
Due ambiti nei quali stiamo facendo ottime cose. La recente inaugurazione della terrazza panoramica sulla Torre di Mezzo a Parco Corsini e l'apertura dei due uffici turistici rappresentano ulteriori passi in avanti nello sviluppo del turismo. C'è grande fermento in città e nel territorio su questo tema, come dimostra la nascita di nuovi operatori e di associazioni turistiche legate alla valorizzazione del nostro Padule, della via Francigena e della Romea Strata.

Altri temi importanti di cui si è discusso ieri sera sono quelli del lavoro e della tassazione.
Per quanto riguarda la tassazione, il bilancio prevede un adeguamento alle tariffe dei comuni limitrofi. Sulla carta potremmo chiedere ai cittadini qualche piccolo sacrificio ma se il Governo ci assegnerà i fondi necessari, come speriamo, crediamo di poter evitare aumenti significativi. Per il lavoro invece occorre proseguire sul percorso tracciato col binomio scuola-aziende e con la formazione professionale che è fondamentale. Ieri sera vedere un gruppo consiliare (Forza Italia, ndr) chiedere l'uscita del nostro Comune dal Po.Te.Co., il Polo Tecnologico Conciario, agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana, mi ha fatto capire che spesso si parla di sostegno alle imprese riempiendosi la bocca di frasi ad effetto ma che poi certe forze politiche, che si professano liberali, non sostengono il nostro comparto produttivo nelle reali necessità, come la formazione di operai specializzati. 

Fonte: Comune di Fucecchio - Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro

torna a inizio pagina