Quarantena e autosorveglianza, le nuove norme

Sono cambiate a cavallo del nuovo anno le regole che organizzano la quarantena nel caso in cui si fosse entrati a contatto stretto con una persona risultata infetta dal coronavirus. Rimandiamo a tutte le norme e diciture nel maxi-articolo esplicativo, che continua ad aggiornarsi, da questa parte.

La quarantena e l'autosorveglianza: tempi e procedure

In caso di "contatto a basso rischio", asintomatico, con il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, non è necessaria la quarantena, ma devono continuare a mantenere le comuni misure igienico-sanitarie previste.

In caso di "contatto stretto" (e asintomatici) può essere necessario sottoporsi alla quarantena. Il decreto del Governo è intervenuto su questa materia modificando le procedure. Il percorso cambia a seconda della somministrazione o meno del vaccino.


Autosorveglianza, e non quarantena, per chi ha la terza dose

Con la modifica introdotta dal Governo coloro che hanno ottenuto la terza dose, o sono vaccinati con la seconda da meno 4 mesi, o sono guariti da meno di 4 mesi, non saranno obbligati alla quarantena, che sarà sostituita da un regime di autosorveglianza.

Questo regime è valido anche per chi è entrato a contatto stretto con un positivo, se sussistono i punti di cui sopra.

Sarà possibile andare in giro, ma si è obbligati a indossare una mascherina Ffp2 per almeno 10 giorni ed effettuare un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso. Il regime di autosorveglianza cessa con un tampone negativo (rapido o molecolare). Il periodo di auto-sorveglianza termina al giorno 5.


Quarantena ridotta

Con la modifica del Governo se non si ha la terza dose o si è vaccinati con la seconda da più di 4 mesi, scatta la quarantena, ma questa è ridotta a 5 giorni. Per i contatti stretti non vaccinati non cambia niente: si dovrà rimanere a casa 10 giorni e si potrà uscire solo dopo un tampone negativo, oppure dopo 14 giorni.

Dal 31 dicembre, con la circolare del Ministero della Salute, le nuove norme entrano in vigore.


Quarantena per non vaccinati

I soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (cioè che abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni rimane inalterata l'attuale misura della quarantena prevista nella durata di 10 giorni dall'ultima esposizione al caso, al termine del quale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo.



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina