Toscana verso la zona gialla, Giani: "Sto cercando spazi intermedi"

zona gialla covid toscana ritorna

Toscana zona gialla, un timore più che fondato

Brutte notizie dal bollettino covid che sta arrivando oggi, lunedì 3 gennaio, per quanto riguarda la Toscana.

Sono 839 le ospedalizzazioni totali a oggi. 84 in terapia intensiva (tasso di saturazione al 14,74%, al limite per l'ingresso in zona gialla), 755 ordinarie (aumento di 60 ricoveri, tasso al 15%). La Toscana potrebbe entrare in zona gialla se la situazione non migliorasse.

Ricordiamo le regole di ingresso in zona gialla. Serve che l'incidenza dei nuovi casi settimanali superi i 50 contagi su 100mila abitanti, oltre al tasso di occupazione delle terapie intensive sopra il 10% e quello dei ricoveri ordinari sopra il 15%.

La scorsa settimana la Toscana è stata la terza peggiore regione per nuovi positivi settimanali: 1.872, una percentuale di nuovi positivi al 18,81% su totale dei tamponi. Sono 68.677 i positivi nella settimana dal 27 dicembre al 2 gennaio 2022, portando la Toscana a 680mila il totale dei nuovi pazienti positivi.

Questa settimana la Toscana non è entrata nelle regioni a zona gialla, ma il report finale del prossimo venerdì 7 gennaio potrebbe portare al suo ingresso.

Non che la zona gialla porti a chissà quali grandi differenze. In seguito alle nuove disposizioni del Governo, l'uso della mascherina obbligatoria all'aperto era già in vigore dal 23 dicembre, così come l'uso delle mascherine Ffp2 sui mezzi di trasporto, nei cinema e nei teatri.

Qui trovate dove fare un tampone rapido a Empoli, qui invece nel comprensorio del cuoio. Infine qui un vademecum su cosa fare in caso di tampone o test positivo, quando attivare la quarantena o l'isolamento. Le novità sulle quarantene ridotte si trovano qui.

Giani: "Toscana zona gialla? Lo vedremo da qui a venerdì"

"Lo vedremo da qui a venerdì: zona gialla ormai c'è nella maggioranza delle regioni italiane. La pandemia ora è nella sua fase acuta, quindi questo dipenderà dai numeri che accerterà giovedì prossimo il Cts".

Lo ha affermato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, nel corso di una conferenza stampa oggi a Firenze.

"Mi sto occupando di reperire spazi intermedi - ha spiegato Giani - perché nei prossimi giorni ce ne sarà bisogno visto che sempre più ci rendiamo conto che questa è una pandemia che sta trasformando il Coronavirus/Covid-19 in un fenomeno molto contagioso, ma contemporaneamente senza quelle condizioni di obbligo alla respirazione forzata che portano al ricovero in ospedale con problemi polmonari, o alla terapia intensiva, e purtroppo per qualcuno anche all'extrema ratio".



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina