"C'è chi Up e chi è Down": gaffe in un post di FdI contro il sindaco Falchi

Fratelli d'Italia non si smentisce mai. L'idea di cosa significhi un dibattito civile e democratico, o anche solo cosa significhi vivere in un paese civile (e democratico) sembra sfuggire ai militanti locali di questo partito. Ci riferiamo ovviamente al post offensivo con il quale intendevano attaccare il sindaco Lorenzo Falchi ma di fatto hanno offeso tutte le persone nate con trisomia 21. E indirettamente ogni cittadino degno di questo nome.

Riprendendo l'abituale classifica di un giornale locale che mette chi sale ("up") e chi scende ("down"), il post di FdI con tanto di commento che si vorrebbe ironico e bonario identifica il sindaco come "down", con connotazione offensiva. Dimostrazione non soltanto di bassissimo livello politico ma di vera e immotivata azione offensiva verso tutte le persone nate con questa sindrome, e chiunque abbia a cuore una società più giusta, inclusiva e priva di discriminazioni.

"C’è una certa coerenza in Fratelli d’Italia: a livello nazionale hanno applaudito e gioito per la bocciatura del DDL Zan, a livello locale fanno dell’abilismo la propria linea politica - ha commentato Irene Falchini, Consigliera comunale di Si con delega alle Pari Opportunità - Complimenti quantomeno per la coerenza: la decenza e il rispetto sono andati persi"
In accordo con quanto scritto dal nostro sindaco Lorenzo Falchi chiediamo la rimozione del post e scuse pubbliche immediate da parte dei rappresentanti locali di Fratelli d'Italia.

Sinistra Italiana Sesto Fiorentino



Tutte le notizie di Sesto Fiorentino

<< Indietro

torna a inizio pagina