Il Baule dei Sogni torna nel cuoio: spettacoli a Santa Maria a Monte e Santa Croce

Si apre il nuovo anno con la rassegna Il Baule dei sogni, prima rete teatrale di teatro per le nuove generazioni nata in Toscana, alla quale, oltre al comune di Santa Croce sull’Arno, aderiscono i comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli Val d’Arno, San Miniato e Santa Maria a Monte, e prevede spettacoli il sabato a Santa Maria a Monte e la domenica a Santa Croce, in orario pomeridiano.

Si ricomincia dopo la pausa natalizia sabato 15 gennaio alle 16.30 al Teatro comunale di Santa Maria a Monte con I brutti anatroccoli della Compagnia teatrale Stilema.

Lo spettacolo nasce da un lavoro di interviste e laboratori su “diversità” e “normalità” che Silvano Antonelli, figura storica del Teatro Ragazzi italiano, ha condotto con bambini e ragazzi. La fonte di ispirazione è la fiaba di Hans Christian Andersen, ma invece che un solo anatroccolo, qui gli anatroccoli sono tanti, come in una classe. I bambini-anatroccoli in scena, tutti diversi ma accomunati dall’essere “piccoli e fragili” a causa dell’età, vengono resi forti proprio da quella comunità-classe che diventa una palestra in cui, oltre a costruirsi proprie identità sin dai primi anni di vita, permette di entrare in relazione con gli altri e di formare una comunità.

Si prosegue sabato 22 gennaio Storie con le gambe di Associazione Teatro giovani e Teatro Pirata, per terminare con l’ultimo appuntamento sabato 29 gennaio con Il vecchio e il mare de I Guardiani dell’oca.

Gli spettacoli del sabato a Santa Maria a Monte iniziano alle 16.30.

Tornadomenica 16 gennaio il Baule anche al Teatro Verdi di Santa Croce sull’Arno con una bella produzione di Giallo Mare Minimal Teatro La regina delle nevi.

La regina delle nevi ha come protagoniste due figure femminili: la sovrana che con i suoi poteri strega gli umani riducendoli ad automi privi di memoria e di sentimenti e Gerda, una bambina che affronta mille peripezie per liberare il suo amico Kay, prigioniero della Regina delle Nevi. Questo è lo sfondo sul quale, come in un gioco di specchi s’innesta la storia di Margherita, una ragazza che da bambina, insieme al suo amico del cuore Giacomo, amava ascoltare la favola della Regina dalla voce della nonna. Margherita non ha mai dimenticato quella favola, ma, al contrario della bambina del racconto, non ha mai trovato il coraggio per affrontare e sconfiggere le sue paure dare un “lieto fine” anche alla sua storia personale.

Grazie ad un sogno Margherita, ormai adulta, torna nella casa della nonna, dove ascoltava la storia di Kay e Gerda. Riscopre i luoghi della sua infanzia ritrovando quello che amava di più: un armadio con uno specchio che diventa una porta che le permette di mettere in relazione favola e realtà, passato e presente. Margherita affronta e supera le sue paure e, sconfiggendo la Regina delle Nevi, diventando finalmente davvero “grande”.

Il programma di Santa Croce si conclude domenica 23 gennaio con Le avventure di Pesce Gaetano di Giallo Mare Minimal Teatro. Gli spettacoli della domenica iniziano alle 17.00.

In ottemperanza a quanto stabilito dal decreto legge del 24/12/2021, queste le norme vigenti in materia di Covid-19 per l’accesso a teatro:
- per gli over 12 anni l’accesso sarà consentito solo dietro presentazione di green pass rafforzato;
- non saranno ammesse mascherine chirurgiche e di comunità, SOLO FFP.

L’obbligo di FFP2 è stabilito per gli over 6 anni.

Chi non fosse in possesso di Green pass rafforzato o di mascherina FFP2 non potrà accedere a teatro. La biglietteria è aperta nei rispettivi teatri nei giorni di spettacolo mezz’ora prima dell’inizio. Biglietti 3 euro per i bambini e 4,5 euro per gli adulti. La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prevendite di tutti questi spettacoli ci si può rivolgere a Giallo Mare Minimal Teatro (via P. Veronese, 10 - Empoli) 0571/81629-83758 o scrivere a info@giallomare.it.

Fonte: Giallo Mare Minimal Teatro - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro

torna a inizio pagina