Scomparso Emiliano Favilla, politico, sindacalista e balneare versiliese

La Versilia piange la scomparsa di Emiliano Favilla, 77 anni, deceduto in seguito ad una malattia. Varie le vesti di Favilla, che lo hanno reso una figura conosciuta in tutta la provincia: ex ferroviere e storico sindacalista, ma anche politico e balneare di Lido di Camaiore. Tra i primi ricordi proprio quello dell'Associazione balneari versiliese, "collega e compagno di tante battaglie, ha combattuto con tenacia la battaglia più difficile, quella per la vita" affermano. Favilla ha infatti difeso la categoria negli ultimi 12 anni dal rischio delle aste.

I molti messaggi di cordoglio da Viareggio si uniscono a quelli della provincia di Lucca: "Un uomo che ha sempre fermamente creduto nella difesa dei più deboli e nella giustizia sociale e che ha combattuto fino all’ultimo per i suoi principi. Che ha saputo trasformare le sue passioni in impegno civile, al servizio degli altri, come ricordano, anche a distanza di anni, tutti coloro che hanno avuto a che fare con lui quando era assessore provinciale". Con queste parole, il presidente della Provincia, Luca Menesini, ha voluto ricordare Emiliano Favilla, che per molti anni ha ricoperto, appunto, la carica di assessore dell’ente di Palazzo Ducale.

Favilla, durante la sua esperienza amministrativa provinciale, ha ricoperto il delicato ruolo di assessore ai lavori pubblici, ma si è occupato anche di protezione civile, dando un importante contributo all’organizzazione di questo cruciale settore. Altra delega che lo ha visto sempre in prima linea per la promozione della sicurezza del territorio, ambito che gli stava particolarmente a cuore, è stato quello della difesa del suolo.

Il presidente Menesini, gli ex presidenti Andrea Tagliasacchi e Stefano Baccelli con i quali Favilla era stato assessore e tutta l’amministrazione provinciale sono vicini alla famiglia e condividono con loro il dolore per la perdita di una persona della quale tutta la comunità sentirà la mancanza.



Tutte le notizie di Viareggio

<< Indietro

torna a inizio pagina