Muore dopo lite per l'incidente a Certaldo, l'arrestato risponde alle domande del gip

Il 45enne arrestato per la morte del 57enne Graziano Lotti durante una lite in strada ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari durante l'interrogatorio di garanzia.

L'uomo si trova al momento agli arresti domiciliari, il reato contestato è omicidio preterintenzionale. Lotti morì il giorno di Natale all'ospedale di Careggi, la lite avvenne il 18 dicembre scorso.

Ricordiamo che l'incidente avvenne tra un'auto, guidata da Lotti, e motocarro Ape condotto da un giovane, figlio dell'arrestato. La discussione nata subito dopo ha visto l'intervento del 45enne che poi ha colpito Lotti, mandandolo a terra. Inizialmente Lotti venne ricoverato al San Giuseppe di Empoli e poi all'ospedale fiorentino di Careggi, dove morì.

Il legale dell'arrestato, Cesare Martucci, ha presentato ricorso al riesame. Il 17 gennaio si terrà l'udienza.

"Il mio assistito - spiega Martucci - si è subito messo a disposizione dei carabinieri, e quando si è reso conto della gravità della situazione è addirittura rimasto sul posto nonostante il figlio fosse stato portato via in ambulanza dopo l'incidente. Ha collaborato fino dall'inizio, ha rilasciato un verbale e ha risposto a tutte le domande durante l'interrogatorio di garanzia".



Tutte le notizie di Certaldo

<< Indietro

torna a inizio pagina