Senza FFP2 non sale sul bus ma minaccia l'autista e rompe il parabrezza: arrestato a Prato

Voleva salire a bordo dell'autobus senza mascherina FFP2, obbligatoria al momento per viaggiare sul trasporto pubblico. Il conducente, ritrovatosi di fronte al rifiuto dell'uomo, gli avrebbe impedito di salire a bordo chiudendo la porta del mezzo. Il non poter salire a bordo ha scatenato l'ira del soggetto che si è posizionato davanti al pullman inveendo e minacciando con un coltello l'autista della LAM, per poi iniziare a colpire con il manico dell'arma il parabrezza, infrangendolo. L'uomo, un quarantenne rumeno con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Prato.

All'arrivo dei militari il 40enne era ancora intento nelle minacce contro l'autista. Bloccato e riportato alla ragione, i carabinieri lo hanno arrestato per danneggiamento aggravato, minacce, porto di arma da taglio e interruzione di pubblico servizio. Si tratta del secondo arresto per l'uomo in pochi giorni, eseguito dagli stessi militari. Domenica scorsa si è reso responsabile di una rapina, dopo aver minacciato con un coltello il gestore di una pizzeria nel centro della città per non pagare il conto. Dopo il primo arresto, l'uomo era stato sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina