Raccolta differenziata, Poggio a Caiano chiude l'anno al 75%: in arrivo gli ispettori ambientali

L’Amministrazione comunale ha incontrato Alia Servizi Ambientali per fare il punto sull’anno appena concluso e guardare ai progetti per i prossimi mesi. Sul tavolo, in primo piano, i dati provvisori riferiti al 2021 e relativi ai rifiuti urbani prodotti, differenziati e non differenziati, dati che confermano il trend positivo già registrato negli ultimi anni.

A Poggio a Caiano, la raccolta differenziata si è infatti attestata sopra il 75% a fine 2021, mantenendosi in linea con quanto già certificato dalla Regione Toscana con i dati 2020 che avevano fatto registrare il 77,26%. Nel 2021 a Poggio a Caiano la produzione complessiva dei rifiuti è scesa di 220 t, con una buona tenuta della quantità e soprattutto della qualità dei materiali raccolti separatamente (3.917 t avviate alle filiere di riciclo o compostaggio su 4.948 t complessive di rifiuti raccolti).

"I dati che Alia ci ha presentato – afferma l’assessore all’ambiente Tommaso Bertini - sono davvero incoraggianti, soprattutto se pensiamo che si riferiscono ad un anno fortemente caratterizzato dalla pandemia, con le enormi conseguenze che questo ha comportato in termini di gestione dei rifiuti urbani. Come amministrazione ringraziamo tutti i nostri concittadini a cui va il merito dei risultati registrati che confermano Poggio come uno dei comuni più virtuosi nel panorama regionale. L’ottimo risultato che abbiamo raggiunto ci spinge ora a puntare sempre più in alto, per rendere Poggio ancora più verde e rispettosa dell’ambiente".

"Grazie all’impegno di tutta la comunità – dichiara il sindaco Francesco Puggelli - possiamo portare avanti la vera sfida dei prossimi mesi ovvero il passaggio alla tariffa puntuale, che permetterà una ripartizione più precisa e tarata sull’esatta quantità di rifiuti conferita da ciascuna famiglia e sui corretti comportamenti che si adottano nello smaltimento. L'impegno della nostra amministrazione, insieme a quella di Carmignano, è quello di approdare alla tariffa puntuale nel 2023, anno in cui nel primo semestre allestiremo il servizio per poi avviarlo alla fine del secondo semestre".

"Le buone notizie non finiscono qui – prosegue Bertini - dal 31 marzo torneranno a Poggio gli ispettori ambientali, un servizio che si era interrotto a causa della pandemia e che in accordo con Alia abbiamo deciso di riattivare per offrire alla comunità un controllo più capillare sul territorio. Gli ispettori ambientali, insieme alla Polizia Municipale, garantiranno infatti un costante presidio contro i comportamenti scorretti verso l’ambiente cittadino per contrastare l’abbandono dei rifiuti e quei comportamenti che colpiscono il decoro pubblico".

"Dopo un anno particolare come il 2020 - precisa Luca Silvestri, Direttore area territoriale Alia Servizi Ambientali – che ha visto cambiare i flussi dei rifiuti nei territori in conseguenza di cambiamenti forzati di abitudini per le chiusure e gli stop dovuti alla pandemia – il 2021 è tornato in linea, con una buonissima tenuta dei materiali differenziati. La novità a breve più importante sarà la richiesta del Comune di introdurre stabilmente le figure degli Ispettori Ambientali, che potranno garantire azioni incisive contro il fenomeno degli abbandoni e contro i comportamenti scorretti, in costante rapporto con gli agenti della Polizia Municipale".

Fonte: Comune di Poggio a Caiano e Alia Servizi Ambientali - Uffici stampa



Tutte le notizie di Poggio a Caiano

<< Indietro

torna a inizio pagina