Sulla tv ungherese il documentario del cecinese Mattia Mura

Il Danubio, un ponte che collega Slovacchia e Ungheria, due sconosciuti con qualcosa in comune da scoprire ed una colazione: sono questi gli ingredienti di Breakfast over the bridge il nuovo progetto indipendente del documentarista toscano Mattia Mura - nato a Cecina trent'anni fa - trasmesso in prima serata ed in prima visione il 15 Febbraio sul canale televisivo Ungherese M5 dedicato ad educazione e cultura. Frutto di un lavoro di ricerca durato oltre un anno, il documentario, realizzato in collaborazione con l’associazione culturale toscana Helix Pictures e l’associazione slovacca Bridgeguard Residency, narra e mostra l’interazione fra gli abitanti di Štúrovo ed Esztergom, due città di confine a lungo separate nel periodo del secondo dopoguerra e riunitesi solo con la costruzione del Ponte Maria Valeria nel 2001.

“Il progetto nasce dalla volontà di raccontare la storia di questi popoli, così vicini, eppure così lontani. Breakfast over the bridge è un viaggio intimo nelle vite dei protagonisti; tutti hanno un grande comune denominatore: il Ponte Maria Valeria. È stato un viaggio intenso, ho realizzato il documentario durante una residenza d’artista di sei mesi in Slovacchia presso Bridgeguard Residency, ho filmato ed ascoltato decine di storie. Avere l’opportunità di trasmettere la prima internazionale sulla TV nazionale Ungherese è il coronamento di un lungo percorso di studio e ricerca.”

Il documentario, inteso nei suoi tre capitoli da un’ora ciascuno, è una ricerca sul tema dell'identità, vantando il coinvolgimento di personalità di spicco della cultura Ungherese quali storici dell'arte, musicisti, ministri e artisti di alto profilo per conciliare le differenze e trasformare la diversità in ricchezza. Breakfast over the bridge sarà presto disponibile on demand sul sito del regista con sottotitoli in inglese ed in italiano.



Tutte le notizie di Cecina

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina