Use Computer Gross ko in casa con Unicusano Livorno

Simone Berti

Inutile girarci intorno, quello dell'Use Computer Gross è un passo indietro. La seconda sconfitta interna in sette giorni per mano dell'Unicusano Livorno del grande ex Andrea Da Prato lascia infatti questa spiacevole sensazione. Lo testimoniano il punteggio finale (68-90) e soprattutto quanto visto nei quaranta minuti sia a livello di approccio alla gara che di atteggiamento complessivo, quello che da solo spiega i ben 90 punti subiti, troppi. A cinque giornate dalla fine, con due partite in casa e tre fuori da giocare, se è vero che non è il caso di drammatizzare è anche vero che è necessario fare quadrato e trovare le energie per tirarsi fuori da una situazione che, se non cambieranno le cose, rischia di portare dritta ai playout.C'è il pubblico delle grandi occasioni, al Pala Sammontana, ma non c'è coach Corbinelli, costretto a casa dal Covid. Al suo posto, naturalmente, Puschi che dirige la squadra assieme all'ex Piellino Cappa. La gara è subito piacevole con Lemmi e Berti che scaldano un palazzetto senza riscaldamento per il divieto di accensione stabilito da un'ordinanza comunale. Il primo strappo è a firma Campori con un parziale di 0-10 che, sull'11-21, obbliga subito Puschi al timeout. La reazione arriva dalle mani di Sesoldi (cinque punti per lui) e Restelli che riavvicinano le squadre fino al 21-25 del 10'. Si riparte ed ecco che l'Unicusano riallunga toccando il 25-36 con uno Iardella particolarmente ispirato e, dopo i 25 punti subiti nella prima frazione, si capisce subito che la musica non è cambiata (quelli della seconda saranno non a caso 22). La Computer Gross, però, ha la forza per reagire con De Leone, il solito lottatore in campo nonostante fisicamente non sia al meglio, e Restelli che, sul 32-36, mandano la Pl al timeout. Qui, però, ecco un altro scossone alla partita con uno 0-11 che, dopo il meno 15 (32-47), diventa all'intervallo meno 12 grazie al canestro di Pianegonda: 34-47. Alla ripresa del gioco pare di essere tornati all'inizio, con la Unicusano a farla da padrona con Tempestini e Campori. Sul 38-56 un altro sussulto biancorosso. Cinque punti di Pianegonda, un canestro di De Leone e due triple di Sesoldi sembrano riaprire i giochi (51-58) ma, a spegnere le illusioni, pensano subito Iardella con due triple e Salvadori che, al 30', fissano il tabellone sul 59-72. L'avvio dell'ultima frazione è disastroso. Salvadori in attacco fa il bello ed il cattivo tempo e la Computer Gross segna appena 2 punti in 7 minuti. Si capisce che la gara è ormai segnata e, senza particolari affanni, la Pl la porta in fondo fino al 68-90.68-90USE COMPUTER GROSSberti 2, Sesoldi 13, Guerra 8, Balducci, Torrigiani 2, Landi, Antonini 3, Pianegonda 15, De Leone 13, Restelli 12. All. Puschi (ass. Cappa)UNICUSANO PIELLE LIVORNOFin 3, Iardella 19, Tempestini 2, Lemmi 10, Lenti 8, Paoli 3, Di Sacco, Salvadori 15, Campori 13, Drocker 17. All. Da Prato (ass. Belletti-Fini)Arbitri: Marzo di Lecce e Rezzoagli di RapalloParziali: 21-25, 34-47 (13-22), 59-72 (25-25), 68-90 (9-18)

Fonte: Use Basket - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Basket

<< Indietro

torna a inizio pagina