Manzini, Murgia, Virzì e molti altri: torna 'Pensavo Peccioli'

(foto Franco Silvi)

Cosa sta succedendo a noi e al mondo? Una domanda che in tanti si pongono osservando la realtà che ci circonda.

Per rispondere a questo dubbio e cercare una chiave di lettura dei fatti che ogni giorno toccano la nostra quotidianità dal 13 al 15 maggio 2022 scrittrici e scrittori, scienziate, politici, giornaliste, giornalisti e artisti si ritrovano a Peccioli per la nuova edizione di Pensavo Peccioli, festival nato per discutere in una dimensione piccola e concreta i cambiamenti in atto nel contesto di un borgo toscano, Peccioli, fortemente proiettato verso il futuro. Il programma è a cura di Luca Sofri e l’organizzazione della Fondazione Peccioliper.

Tanti gli ospiti di questo appuntamento caratterizzato, come nella precedente edizione, da un’illustrazione di Emiliano Ponzi realizzata appositamente per Pensavo Peccioli. L’edizione 2022 vede tra gli ospiti Michela Murgia, Paolo Virzì, Maurizio de Giovanni, Marino Sinibaldi, Malika Ayane, Giorgio Gori, Cecilia Sala, Chiara Valerio, Antonio Manzini, Luca De Gennaro, Giada Messetti, Ilaria Capua, Giacomo Papi, Adriano Sofri, Andrea Pennacchi, Franco Pagetti, Riccardo Burchielli, Antonio Franchini, Federica Salto, Michele Battini, Gigi Riva, Nicola Savino

Una lettura particolare dell’oggi è proposta dalla mostra di questa edizione di Pensavo Peccioli “Tutte le guerre. Fotografie 1998-2019” di Franco Pagetti, uno dei più apprezzati fotoreporter internazionali che ha seguito alcune delle guerre recenti più lunghe e gravi. Le sue immagini sono fra quelle che con più insistenza e professionalità hanno anticipato quello che saremmo tornati a vedere quest’anno. La mostra, inaugurata nelle sale del Palazzo Senza Tempo di Peccoli in occasione della kermesse, proseguirà fino al 30 settembre.

Tra le proposte di Pensavo Peccioli anche il laboratorio di scrittura creativa “Cosa significa raccontare” tenuto da Giacomo Papi, scrittore e direttore del Laboratorio Formentini per l’Editoria di Milano. Il corso, adatto a tutti i livelli di preparazione, parte dalla lettura per arrivare alla scrittura e all’identificazione di uno stile personale di ogni partecipante (iscrizioni sul sito del festival).

Pensavo Peccioli inoltre vuole essere un gesto concreto per la diffusione della lettura e il sostegno della filiera del libro. Per questo motivo dal 13 al 15 maggio il Palazzo Senza Tempo ospiterà un temporary store con otto librerie di zona e la casa editrice Tagete Edizioni, in cui il pubblico potrà acquistare i libri con un sostegno da parte del Comune di Peccioli e della Fondazione Peccioliper pari al 25% dell’importo.

Pensavo Peccioli rappresenta inoltre l’occasione per arricchire la cittadina di nuovi spazi comuni: Il 14 maggio in coincidenza con la Notte dei Musei sarà aperto anche il Balcone sui tetti, nel cuore del centro storico di Peccioli.

Pensavo Peccioli è organizzata dalla Fondazione Peccioliper, con il sostegno di Belvedere Spa e in partnership con Il Post.



Tutte le notizie di Peccioli

<< Indietro

torna a inizio pagina