Raid no vax a Lucca contro Noi Tv: auto e furgone nel mirino

Anti vaccinisti in azione a Lucca. Le auto e il furgone dell'emittente lucchese Noi Tv, nonchè i muri del Polo tecnologico della Camera di commercio sono stati imbrattati con scritte riconducibili al movimento no vax. "Governo Nazista", "Sei in prigione se il diritto è concessione", "Salva tuo figlio", "Mentire sul vax che uccide è criminale" sono alcune delle frasi contro vaccini, giornalisti e il governo che i no vax hanno scritto con vernice rossa nella notte, siglate con una V V cerchiata.

Gli attivisti hanno imbrattato i vetri delle finestre al piano terra del Polo, forse pensando che appartenessero alla sede di NoiTv

Sul posto sono intervenuti gli uomini della scientifica e della Digos della questura di Lucca, che stanno indagando sul raid, servendosi anche delle immagini registrate dalle telecamere.

La solidarietà del Consiglio regionale

Un altro atto vandalico ad una emittente televisiva toscana. Questa volta a finire nel mirino dei cosiddetti ‘no vax’ è stata NOI TV di Lucca. A tutta la redazione e al direttore di testata, Giulio Del Fiorentino, arriva immediata la solidarietà del Consiglio regionale della Toscana e la ferma condanna per atti inqualificabili.

Il presidente dell’Assemblea legislativa, appreso che alla base dell’attacco ci potrebbero essere le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Giunta, Eugenio Giani, in merito all’ipotesi di un richiamo vaccinale tra settembre e ottobre per tutta la popolazione, ha ribadito il valore della campagna cui hanno aderito in masso i toscani. Senza la vaccinazione, ha ricordato, le gravi conseguenze in termini di salute e perdita di vite umane, non sarebbero state arginate. Oggi cominciamo a vivere una nuova libertà ed è merito delle tante cittadine e cittadini che con responsabilità hanno aderito alla campagna di vaccinazione per l’incolumità propria e altrui.

Ogni forma di violenza va rigettata immediatamente al mittente, continua ancora il presidente, che anche su questo ennesimo episodio vandalico – dopo TVL di Pistoia e l’Associazione stampa toscana – auspica una veloce identificazione dei responsabili da parte delle forze dell'ordine e degli organi inquirenti.

"Senza la vaccinazione - ha aggiunto Antonio Mazzeo, presidiente del consiglio regionale - le gravi conseguenze in termini di salute e perdita di vite umane, non sarebbero state arginate. Oggi cominciamo a vivere una nuova libertà ed è merito delle tante cittadine e cittadini che con responsabilità hanno aderito alla campagna di vaccinazione per l'incolumità propria e altrui. Ogni forma di violenza va rigettata immediatamente al mittente e confido in una veloce identificazione dei responsabili da parte delle forze dell'ordine e degli organi inquirenti".



Tutte le notizie di Lucca

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina