Terremoto nel Chianti, al momento non ci sono danni a persone o cose

La sequenza sismica attualmente in atto con epicentro fra i Comuni di Impruneta, San Casciano Val di Pesa e Greve in Chianti ha dato luogo, nel corso di una settimana, a 3 scosse di magnitudo superiore a 3 (max 3.7), 15 scosse di magnitudo superiore a 2 ed un numero considerevole di eventi sismici di lievissima entità percepiti solo dai sismografi. Si tratta di una sequenza al momento molto simile a quella che ha interessato un’area contigua nel dicembre – gennaio 2014 – 2015 (in quel caso la sequenza si manifestò con massima densità epicentrale traslata di qualche km a sud) e assolutamente coerente con quella che è la sismicità generale dell’area dove in passato si sono registrati anche terremoti di magnitudo maggiore.

Al momento non si sono registrati danni a persone o problematiche strutturali in edifici. Le Amministrazioni Comunali, come misura gestionale, hanno intensificato l'operatività delle strutture di protezione civile ed il raccordo informativo con i livelli istituzionali.

Si invita la popolazione ad una lettura dei piani di protezione civile sezione dedicata alle norme di comportamento in materia di rischio sismico (oltre alla campagna informativa #iononrischio) e a fare riferimento alle sole comunicazioni ufficiali emesse dagli organi territoriali e di protezione civile (Regione, Prefettura, Città Metropolitana e Comune). Si ricorda inoltre che la più importante strategia di mitigazione resta quella del miglioramento della vulnerabilità sismica degli edifici (#sismabonus).



Tutte le notizie di Impruneta

<< Indietro

torna a inizio pagina