L'imperativo della pace: due giorni a convegno nel segno di padre Balducci

(Foto da Facebook)

Due giornate e tre sessioni di lavoro sui temi della pace, del mondo in armi, della libertà e dei fenomeni migratori in un mondo in guerra e stravolto dai cambiamenti climatici. Si celebra questa settimana il secondo appuntamento delle iniziative dedicate a padre Balducci, col titolo Ernesto Balducci e l'imperativo della pace, promosso dal Consiglio regionale in collaborazione con l'Associazione culturale ‘Testimonianze’ di Firenze. La prima sessione è in agenda per mercoledì 18 maggio alle 16 nella sala Luca Giordano di palazzo Medici Riccardi a Firenze, col titolo L’incerto destino dell’«uomo planetario». Fra guerra e pace, fra oppressione e libertà. Interverranno la presidente della commissione istruzione e cultura del Consiglio regionale e l’assessore al dialogo interreligioso e cultura della memoria del Comune di Firenze; con Andrea Cecconi, presidente della Fondazione «Balducci» e Roberto Mosi, presidente dell’Associazione culturale ‘Testimonianze’. Seguirà una tavola rotonda Dossier Diritti umani, introdotta e coordinata da Stefano Zani, vicepresidente dell’associazione culturale’Testimonianze’, alla quale prenderanno parte don Andrea Bigalli, referente regionale di ‘Libera’ Toscana; lo storico Marcello Flores; Riccardo Noury, portavoce nazionale di Amnesty International; Anna Sarfatti, insegnante e scrittrice e il direttore di ‘Testimonianze’, già consigliere regionale, Severino Saccardi. Sono previsti interventi musicali dell’Accademia musicale di Firenze e letture di Gregorio Iacopini.

La seconda e la terza sessione del convegno si svolgeranno invece nella giornata di giovedì 19 maggio nell’Auditorium dl palazzo del Pegaso. La sessione mattutina, con inizio alle 10, si intitola Anni duemila: un mondo in armi. Si aprirà con i saluti del vicepresidente di maggioranza del Consiglio regionale. Sarà quindi il condirettore di ‘Testimonianze’, Simone Siliani a introdurre e coordinare la tavola rotonda, alla quale parteciperanno Giorgio Beretta, per la Rete italiana Pace e Disarmo; il missionario Pime, Gianni Criveller; Marta Dassù, direttrice della rivista ‘Aspenia’; il giornalista e scrittore Gigi Riva. Con letture di Alessandra Valpiani.

La sessione pomeridiana avrà inizio alle 16. Il tema della tavola rotonda sarà Migranti e profughi nell’età della guerra e dei cambiamenti climatici. Introduce e coordina Giorgio Federici, del consiglio direttivo di ‘Testimonianze’; intervengono Domenico Bilotti, docente di Diritto e Religioni, Università di Catanzaro; Vannino Chiti, già vicepresidente del Senato della Repubblica e presidente della Regione Toscana; il demografo e scrittore Massimo Livi Bacci; Luigi Manconi, sociologo dei fenomeni politici. Con interventi musicali dell’Accademia musicale di Firenze e letture di Alessandra Valpiani. Le conclusioni del convegno saranno affidate al direttore di ‘Testimonianze’, Severino Saccardi, e al presidente del Consiglio regionale della Toscana.

Il convegno è inserito nel programma di iniziative dedicate alle celebrazioni per i cento anni della nascita di padre Ernesto Balducci, presbitero, editore, scrittore e intellettuale, fondatore nel 1958, con un gruppo di amici, della rivista “Testimonianze”. Le iniziative per celebrare la figura di padre Balducci, insieme con quelle di altre personalità storiche di cui ricorrono centenari o anniversari nel corso del 2022, sono state promosse dal Consiglio regionale attraverso la collaborazione con Enti e associazioni dei territori cui le personalità individuate sono state profondamente legate.

L’accesso all’iniziativa di giovedì a palazzo del Pegaso è gratuito e sarà contingentato ai sensi della normativa volta al contenimento della diffusione del contagio da Covid 19. Sarà obbligatorio indossare la mascherina.L’incontro può essere seguito anche in diretta streaming, a cura di Cesare Martignon, su Facebook e Youtube della rivista ‘Testimonianze’.


Le altre iniziative promosse dal Consiglio regionale per ricordare personalità storiche nel 2022

MASACCIO: SEGNALI DI RINASCIMENTO INTORNO AL TRITTICO DI SAN GIOVENALE

In occasione del sesto centenario dall’esecuzione del Trittico di San Giovenale di Masaccio il “Museo Masaccio d’arte sacra”, con sede a Reggello (FI), il 23 aprile scorso ha inaugurato la mostra dal titolo “Masaccio/Prospettiva 22 - Segnali di Rinascimento intorno al trittico di San Giovenale”. La mostra proseguirà fino al 23 ottobre 2022, e vedrà l’esposizione di importanti opere di autori contemporanei al grande pittore valdarnese. L’evento è realizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Reggello e con il “Museo Masaccio d’arte sacra”.

ENRICO PIERI: OMAGGIO AD UN ANNO DALLA SCOMPARSA

Ad un anno dalla scomparsa di Enrico Pieri, testimone della strage di Sant'Anna di Stazzema, l’Ufficio di presidenza ha proposto l’organizzazione di un evento commemorativo a Sant’Anna di Stazzema il 12 agosto in occasione delle commemorazioni dell’eccidio o in altra data da concordare con l’Amministrazione comunale. In occasione dell’evento saranno presentati:

ü  una canzone dal titolo "Girotondo a Sant'Anna", titolo ispirato ad una celebre fotografia che ritrae i bambini del paese proprio in un girotondo davanti alla chiesa del borgo alcuni giorni prima dell'eccidio del 12 agosto 1944;

ü  un videoclip sui luoghi dell’eccidio con le testimonianze di alcuni superstiti;

ü  un concerto di presentazione a Sant'Anna di Stazzema, con il contributo dell'Orchestra Regionale Toscana (se possibile) o con giovani musicisti.

ELEONORA DA TOLEDO – MOSTRA A CINQUECENTO ANNI DALLA NASCITA

A cinquecento anni dalla nascita di Eleonora da Toledo (Alba de Tomes, Spagna, 1522 – Pisa, 1562), consorte di Cosimo I de’ Medici, organizzazione di una mostra a lei dedicata, in collaborazione con la Fraternita dei Laici di Arezzo. La mostra avrà luogo dal 1 luglio al 2 dicembre  nei locali di pertinenza della Fraternita dei Laici ad Arezzo, con adeguato allestimento per valorizzare le opere pittoriche del periodo, alcune delle quali provenienti da collezioni private e le testimonianze archivistiche conservate nel territorio. L’allestimento sarà finalizzato a valorizzare e porre all’attenzione del pubblico aspetti inediti sulla vita della nobile sposa ampliando la panoramica al territorio aretino, sottoposto in quei secoli alla dominazione medicea.

70ESIMO ANNIVERSARIO DELLA VITTORIA OLIMPICA DI ZENO COLÒ

Si celebra la conquista della medaglia d’oro nella discesa libera alle Olimpiadi di Oslo del 1952, unico alloro olimpico per un atleta italiano in questa disciplina. L’evento commemorativo sarà organizzato in collaborazione con il Comune di Abetone – Cutigliano (PT).



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina