Con il gps ritrova il parapendio rubato in auto, denunciata coppia per ricettazione

Martedì sera qualcuno aveva rotto il finestrino della sua auto, parcheggiata a Prato, portandogli via tutta la sua attrezzatura di volo del valore commerciale che si aggirerebbe intorno ai 4000 euro.

Ma il legittimo proprietario aveva inserito nel suo parapendio un piccolo geolocalizzatore che ieri sera lo ha portato fino a Firenze.

Seguendo il segnale del GPS, intorno alla mezzanotte, l’uomo è così arrivato in zona Isolotto dove ha subito scoperto che la sua preziosa attrezzatura, contenuta in una sacca azzurra, spuntava dal bagagliaio a vista di una piccola utilitaria: senza perder tempo ha chiamato la Polizia di Stato.

Le volanti della Questura di Firenze sono subito intervenute e hanno cominciato i primi accertamenti per risalire ai materiali utilizzatori della vettura, risultata a noleggio.

Di lì a poco si è presentata in strada una 30enne italiana e poco dopo il marito, un cittadino marocchino di 27 anni.

Secondo quanto emerso l’auto sarebbe stata noleggiata proprio dalla coppia che è stata così denunciata per il reato di ricettazione. La refurtiva è stata invece recuperata e riconsegnata dagli agenti alla vittima del furto.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina