Arriva 4 Ristoranti a Livorno, striscioni in città: "Borghese, il lavoro si paga, non sei il benvenuto"

Livorno sarà la nuova location dello chef e conduttore televisivo Alessandro Borghese per il suo programa 4 Ristoranti. La notizia era nell'aria da tempo ma in questi giorni la troupe Sky è giunta proprio in città, si vocifera nei ristoranti del quartiere Venezia, per giudicare quale sarà la migliore attività di ristorazione sui canali.

Nonostante la popolarità del personaggio televisivo, la sua uscita sulla ricerca di giovani per lavorare nei suoi ristoranti non è stata ben accolta da tutti. Alcuni striscioni sono stati appesi dal sindacato di base Usb con riportato: "Chef Borghese, lavorare gratis si chiama sfruttamento" e "Chef Borghese, il lavoro si paga sempre. A Livorno non sei il benvenuto".

"Nell'ambito della campagna Usb 'Cercasi schiavo' abbiamo affisso alcuni striscioni di denuncia - spiega il sindacato Usb sui social -. È lo stesso chef Borghese che qualche mese fa esordì con alcune frasi in difesa di quei ristoratori che decidono di non pagare i propri dipendenti in quanto 'devono imparare' un mestiere. Vorremmo ricordare a Borghese che il lavoro gratuito (e nel nostro paese esiste in diversi settori) si chiama sfruttamento. Il lavoro si paga, sempre".

Questo è il passaggio 'incriminato' dell'intervista di Borghese al Corriere della Sera: "E mentre la mia generazione è cresciuta lavorando a ritmi pazzeschi, oggi è cambiata la mentalità: chi si affaccia a questa professione vuole garanzie. Stipendi più alti, turni regolamentati, percorsi di crescita. In cambio del sacrificio di tempo, i giovani chiedono certezze e gratificazioni. In effetti prima questo mestiere era sottopagato: oggi i ragazzi non lo accettano".



Tutte le notizie di Livorno

<< Indietro

torna a inizio pagina