Cambi nella mensa e nei plessi, la discussione a Castelfiorentino

Proseguono le “buone pratiche” del confronto a tutto campo
già sperimentate positivamente durante il periodo dell’emergenza Covid.

Era stato promosso dal Comune all’inizio dell’emergenza pandemica per affrontare insieme alla scuola, ai genitori e ai gestori dei servizi i vari problemi connessi alla diffusione del Covid 19, al fine di condividere le scelte migliori per tutti. Adesso, vista la buona prova offerta durante il periodo dell’emergenza, l’Amministrazione Comunale ha deciso di mantenerlo in vita quale strumento permanente di concertazione con il mondo della scuola.

E’ il tavolo di confronto (o, per usare la definizione tecnicamente più corretta, la “conferenza dei servizi”) con tutti i soggetti coinvolti nell’attività scolastica, che sta proseguendo alacremente il suo lavoro anche quest’anno, affrontando vari temi che riguardano la progettazione dell’a.s. 2022/2023: dal monitoraggio dei servizi erogati all’accoglienza degli studenti ucraini; dall’organizzazione futura del servizio mensa alla dislocazione delle scuole elementari e medie nei vari plessi scolastici, che durante la pandemia hanno subito modifiche sostanziali per rispettare le regole di distanziamento sociale. Non ultime, ma non meno importanti, le esigenze connesse al futuro cantiere della scuola elementare “Tilli”, dove è in programma nel 2023 un intervento strutturale antisismico (costo oltre un milione ottocentomila euro)

In particolare, per quanto riguarda la Mensa scolastica è stata predisposta una nuova gara sulla base delle osservazioni della Commissione Mensa, la quale ha espresso il desiderio di abbandonare la monoporzione (scelta obbligata durante le restrizioni dovute al Covid) e di puntare sulla qualità del cibo offerto. Richieste che sono state accolte strutturando una gara basata al 100% sulla valutazione della qualità, escludendo la possibilità per i partecipanti di offrire ribassi economici, grazie a un capitolato prestazionale puntuale, basato su tali suggerimenti. In sintesi, minori restrizioni e maggiore qualità per il servizio erogato

Per quanto riguarda, invece, l’attuale dislocazione delle scuole elementari e medie si sta valutando la possibilità di mantenere la scuola media nel plesso scolastico “Tilli” e la scuola elementare nel plesso scolastico “Bacci – Ridolfi”.

Sia da parte dei docenti che di tutto il personale scolastico sono stati riscontrati i benefici di una tale dislocazione, che oltre ad essere più omogenea ha avuto effetti positivi anche per la didattica, tant’è che in maggioranza hanno manifestato la volontà di mantenerla anche per il futuro. In quest’ottica, il Comune sta svolgendo in questi giorni alcuni sopralluoghi per vagliare la migliore ipotesi organizzativa, sia in termini di rispetto della scelta educativa della scuola che dell’equilibrio di bilancio. Obiettivo, quest’ultimo, che il Comune è riuscito a garantire anche durante l’emergenza pandemica, in cui l’Amministrazione ha investito nei servizi scolastici quasi 800 mila euro in più rispetto agli anni pre Covid, al fine di garantire il mantenimento di tutta l’offerta comunale.

"Il metodo della coprogettazione e della concertazione – osserva l’Assessore alla Scuola e Attività Educative, Francesca Giannì - è lo strumento più calzante per dialogare nel mondo della scuola, dove non esistono soluzioni preconfezionate o lavoro che non sia di squadra. Anche per l'avvio del nuovo anno scolastico applichiamo questo metodo. In questi giorni siamo impegnati per fornire tutti gli elementi tecnici necessari a valutare un possibile spostamento o meno dei due plessi scolastici Bacci e Tilli, oltre che nell'organizzazione del cantiere della Tilli e nel termine della gara d'appalto della mensa: tutte attività straordinarie che si aggiungono alle procedure seguite dai nostri uffici che, come sempre, stanno facendo un lavoro egregio per tutelare il mondo della scuola. Una volta completato il quadro di insieme su queste pratiche, chiederemo un nuovo incontro alla scuola, questa volta allargato a tutti gli attori principali, per condividere le soluzioni trovate e lavorare nuovamente insieme per i nostri ragazzi. Come sempre, siamo a disposizione di tutto il mondo della scuola per suggerimenti o segnalazioni, per migliorare sempre di più i nostri servizi. Vi invito quindi a contattare gli uffici o la giunta per i vostri consigli

Fonte: Comune di Castelfiorentino - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Castelfiorentino

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina