È morto Gilberto Vento, portavoce dei Cobas Scuola

Lutto nel mondo del sindacato e della scuola. È  morto Gilberto Vento , portavoce dei Cobas Scuola negli ultimi trent’anni, esponente provinciale e nazionale del sindacato. A darne notizia sono i Cobas Scuola Livorno che hanno voluto ricordare con affetto Vento.

"Abbiamo appreso questa mattina, con profonda tristezza, la notizia del decesso di Gilberto Vento, portavoce deiCobas Scuola negli ultimi trent’anni, esponente provinciale e nazionale del nostro sindacato.Gilberto è stato un compagno che ha attraversato buona parte delle esperienze della sinistra rivoluzionaria dagli anni’70 fino a pochi anni fa, militando in formazioni politiche da Democrazia Proletaria a Rifondazione Comunista a cuiera tuttora iscritto.Gilberto è stato protagonista della sinistra del lungo monte, ricoprendo incarichi di consigliere comunale a SanGiuliano Terme, dove ha ricoperto anche la carica di vicesindaco nei primi anni ’70.Ma Gilberto è stato protagonista di battaglie anche negli anni recenti, sul piano politico, ma soprattutto sindacale.

Dalla fondazione dei Cobas Scuola a Pisa alla fine degli anni ’90, Gilberto è stato la colonna portante, motore incessante di capacità aggregativa, organizzativa e propositiva, sul piano provinciale, regionale e nazionale: hasaputo sviluppare la sede di Pisa sia attraverso le mobilitazioni, la difesa dei diritti di lavoratori e lavoratrici dellascuola, la battaglia per aprire prospettive ai precari con un lavoro indefesso e continuo, rispondendo a tutte lerichieste, dalle più semplici alle più complesse, a cui fino a poche settimane fa continuava a rispondere.

Lo ricordiamo come un compagno sempre pronto a sostenere le istanze dei più deboli, o replicare alle ingiustizie contutti i mezzi possibili: è così che si è conquistato la stima e l’affetto di tutte e tutti coloro che lo hanno avuto per annicome punto di riferimento sindacale, politico, ma soprattutto umano. E anche professionale: quante volte ci hapresentato suoi ex allievi di cui era stato professore di filosofia al liceo, che ora si avvicinavano alla scuola comeprecari.Ricordiamo la sua volontà di trovare convergenze e mediazioni tra diverse sensibilità, la sua generosità nel lavorosindacale e politico, la voglia di convivialità con compagne e compagni con cui condividere anche la dimensione delrapporto umano, ma soprattutto la forza e l’energia con cui si prendeva carico delle istanze di tutte e tutti,stimolando la costituzione della Confederazione Cobas a Pisa, per rafforzare e sviluppare la lotta a difesa dilavoratori e lavoratrici, della scuola e di ogni altro settore.

Non ci sono parole per descrivere il vuoto incommensurabile che lascia tra le compagne e i compagni dei Cobas diPisa, nell’Esecutivo nazionale e in tutta la comunità Cobas: lo vogliamo ricordare per la sua grande determinazione,con cui anche durante la pandemia ha partecipato alle manifestazioni contro le “classi pollaio” e in tutte le occasioniin cui ci siamo mobilitati per difendere la scuola pubblica, i docenti e il personale ATA .Un abbraccio alla moglie Franca e alle figlie Giulia e Francesca, ai familiari e agli amici tutti.Ti vogliamo salutare con un abbraccio collettivo e il pugno chiuso: ciao Gilberto, ti ricorderemo per sempre".

Èpossibile dare l'ultimo saluto a Gilberto alla Pubblica Assistenza di Asciano (PI). I funerali saranno lunedì 20 giugno alle ore 15,30 partendo dal Circolo Arci di San Giuliano Terme (PI)



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina