Il 2021 della Finanza a Firenze, in 115 con il falso reddito di cittadinanza

Nel corso dell’anno 2021 e dei primi cinque mesi del 2022, la Guardia di Finanza di Firenze ha eseguito 446 indagini delegate dalla magistratura ordinaria e contabile in tutti gli ambiti della propria missione istituzionale, di cui 109 per contrastare le infiltrazioni della criminalità economica e organizzata nel tessuto economico e sociale della Regione, a tutela di famiglie e imprese in difficoltà.

CONTRASTO ALLE FRODI E DELL’EVASIONE FISCALE

Evasione fiscale internazionale, frodi carosello, indebite compensazioni, illeciti doganali, sono alcuni dei fenomeni più gravi, pericolosi e diffusi su cui anche nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022 i Reparti fiorentini hanno concentrato la loro attenzione per contrastare gli effetti distorsivi della concorrenza provocati dalla grande evasione e dalle frodi fiscali.

In Provincia denunciati 399 responsabili per reati fiscali, di cui 34 tratti in arresto. Il valore dei beni sequestrati per reati in materia di imposte dirette e IVA è di oltre 52 milioni di euro mentre le proposte di sequestro sottoposte al vaglio delle competenti Autorità Giudiziarie ammontano a oltre 225 milioni di euro.

Sono 6 i casi di evasione fiscale internazionale scoperti, principalmente riconducibili a stabili organizzazioni occulte, alla fittizia localizzazione all’estero della residenza fiscale di persone giuridiche. Sono, invece, 66 gli evasori totali individuati.

In materia di accise è stata rilevata un’evasione di tributi per circa 9 milioni di euro.
Diversi gli interventi a contrasto degli illeciti doganali e per ricostruire la filiera distributiva delle merci illecitamente introdotte sul territorio fiorentino, oltre ad diverse migliaia di controlli C.I.T.E.S., previsti dalla Convenzione di Washington, per il controllo documentale e la verifica merceologica delle specie di flora e fauna in via d’estinzione presentate per l’importazione e l’esportazione.

TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA

Nel settore del contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica sono stati 581 gli interventi, 74 le deleghe d’indagine concluse in collaborazione con la Magistratura ordinaria e con la Corte dei Conti.

Con riferimento alle indebite percezioni del “reddito di cittadinanza”, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria 115 soggetti per contributi illecitamente percepiti per un valore di oltre 1,2 milioni di euro.

Le frodi scoperte dai Reparti in danno del bilancio pubblico e nel settore della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria, sono state pari a oltre 3,1 milioni di euro mentre, il numero di soggetti denunciati è stato complessivamente pari a 118.

Per quanto concerne gli strumenti finanziari della Politica Agricola Comune e dei Fondi Strutturali, sono state scoperte indebiti percezioni e/o richieste di contributi per circa 5 milioni di euro e sono state denunciate 77 persone.

Sono stati segnalati alla Magistratura Contabile 98 soggetti per danni erariali nonché accertati danni erariali per oltre 14 milioni di euro.

In materia di appalti, corruzione e altri delitti contro la Pubblica Amministrazione sono stati denunciati 44 soggetti con provvedimenti cautelari eseguiti per oltre 3,5 milioni di euro.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA

Nel contrasto di ogni forma di infiltrazione e degli interessi finanziari, economici e imprenditoriali della criminalità organizzata ed economico finanziaria, la strategia perseguita dalla Guardia di Finanza nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022 si è concretizzata nel sequestro di beni per un valore di circa 26 milioni di euro a seguito di 25 interventi in materia di riciclaggio e autoriciclaggio con 54 persone denunciate e 15 arrestate. In materia di usura 1 soggetto è stato denunciato e 1 è stato arrestato.

Sul fronte della prevenzione si è proceduto all’analisi di 1.000 segnalazioni di operazioni sospette.

In materia di circolazione transfrontaliera di valuta in entrata o in uscita dal territorio nazionale, sono stati intercettati al seguito valuta e titoli per oltre 10 milioni di euro, nel corso di 550 interventi che hanno consentito di riscontrare 150 violazioni e sequestrare oltre 71.000 euro.

Con riferimento ai risultati conseguiti in applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 476 soggetti, con l’esecuzione di provvedimenti di sequestro e confisca per oltre 14 milioni di euro, mentre le proposte di sequestro ammontano a oltre 45 milioni di euro.

Diverse centinaia gli accertamenti a richiesta dei Prefetti in materia di attività di prevenzione antimafia.

Nel settore della tutela del mercato dei beni e dei servizi i Reparti operativi hanno dato esecuzione a più di 109 deleghe dell’Autorità Giudiziaria. 126 gli interventi anticontraffazione e antiabusivismo commerciale, con la denuncia di 99 persone.

Sequestrati oltre 11 milioni di capi di abbigliamento, borse, articoli di moda in pelle contraffatti o recanti falsa indicazione di origine o provenienza o non sicuri.

Sono stati, inoltre, eseguiti sequestri di circa 3,4 milioni di mascherine e dispositivi di protezione individuale.

Arrestati 26 narcotrafficanti e sequestrati circa 670 kg tra cocaina. hashish e marijuana.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina