Picchia arbitro dopo espulsione, calciatore di Borgo San Lorenzo squalificato fino al 2027

Lorenzo Mei, calciatore della San Lorenzo, società di Borgo San Lorenzo, è stato squalificato dal giudice sportivo fino al 20 giugno 2027 per aver colpito l'arbitro con un pugno alla testa. L’episodio che ha portato alla squalifica per cinque anni è avvenuto durante il match San Lorenzo-La Sorba Casciano, valido per la prima giornata della Coppa Toscana Calcio a 5.

Nel corso della gara Mei è stato espulso per doppia ammonizione e, vistosi sventolare il cartellino rosso, secondo la motivazione della sentenza "metteva entrambe le mani sul petto dell'arbitro spingendolo. Successivamente portatosi nella vicina tribuna dalla stessa raggiungeva e colpiva a mano aperta alla nuca l'arbitro n.2 e quindi gli sferrava un pugno procurandogli intenso e continuo dolore nonché successivi giramenti di testa".

La partita è stata poi sospesa al 28' del secondo tempo con i borghigiani in vantaggio 3-2.

Il colpo è stato così forte che l’arbitro, a causa dell'acutizzarsi dei dolori e dei giramenti alla testa, era costretto in seguito a ricorrere alle cure ospedaliere.



Tutte le notizie di Borgo San Lorenzo

<< Indietro

torna a inizio pagina