Siccità, a Vinci ordinanza per razionalizzazione del consumo di acqua

Fino al 30 settembre sarà vietato utilizzare l'acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici: per chi non rispetta le regole sanzioni da 100 a 500 euro


A causa del perdurare della siccità il Comune di Vinci, con un'ordinanza del sindaco Giuseppe Torchia, ha disposto la razionalizzazione del consumo di acqua potabile, con il divieto di uso improprio. Questo per tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l'approvvigionamento durante il periodo estivo critico proprio l'aumento delle temperature e la scarsità delle precipitazioni.

Fino al 30 settembre è dunque previsto il divieto su tutto il territorio comunale di utilizzare l'acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici: chi violerà il provvedimento riceverà una sanzione amministrativa da 100 a 500 euro. A svolgere i controlli sarà la polizia locale.

"La crisi idrica riguarda tutta Italia - ha spiegato il sindaco Torchia -. Da parte nostra è necessario tutelare le riserve idropotabili a disposizione e quindi è stato deciso di emanare questa ordinanza per un uso consapevole dell'acqua. Chiedo ai cittadini massima collaborazione".

Fonte: Comune di Vinci



Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro

torna a inizio pagina