Trascinano la madre 80enne per i capelli poi la prendono a pugni, arrestate le figlie

Ieri i carabinieri di Montemurlo hanno arrestato due sorelle di Montemurlo (rispettivamente di 54 e 41anni) con la grave accusa di aver maltrattato l’anziana madre 80enne, anch’ella ivi residente.

Il provvedimento di arresto è stato emesso dal Tribunale di Prato a fronte di un ultimo e gravissimo episodio verificatosi domenica scorsa in cui le due figlie avrebbero trascinato l’anziana madre per i capelli, poi percuotendola al volto con pugni di violenza tale da provocarle un’emorragia congiuntivale ad un occhio. Lesioni per le quali era stata medicata dai sanitari del pronto soccorso di Prato che poi l’avevano dimessa giudicandola guaribile con prognosi sette giorni.

L’evento, verificato dalle indagini condotte dai carabinieri e quindi segnalato immediatamente alla magistratura pratese, non era stato il primo subito dalla donna che già in passato era stata vittima di condotte violente da parte delle figlie, tanto che lo scorso febbraio era intervenuto un primo provvedimento cautelare nei loro confronti che le aveva imposto il divieto di avvicinamento alla madre, poi revocato solo per consentire visite estemporanee, ma ancora efficace nella parte che ne vietava la coabitazione continuativa.

A motivare il provvedimento di arresto, infatti, oltre alla gravità dell’ultimo evento, è intervenuta l’inottemperanza a tale misura di divieto di coabitazione, risultato essere stato disatteso in quanto dagli accertamenti dei militari si sarebbe acclarato che le due figlie si erano arbitrariamente installate nuovamente a casa della madre.

Proprio per evitare la reiterazione di tali condotte violente e vista la dimostrata inefficacia della misura cautelare in essere, il Giudice ha emesso un ulteriore provvedimento che ne ha disposto l’arresto e gli arresti domiciliari in altro luogo.

 



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina