Paolo Fantappiè eletto Segretario Generale UIL Toscana

(foto da Facebook)

“Lavoro = Sicurezza + Stabilità + Salario”: questo lo slogan scelto per l'XII Congresso della UIL Toscana che si è tenuto oggi all’Auditorium Al Duomo a Firenze. Al centro del dibattito lavoro, giovani, precarietà, pensioni, sviluppo sostenibile che non lasci indietro nessuno e che anzi crei le condizioni per un’occupazione stabile e di qualità.  “Serve un modello nuovo di società: da una parte più diritti e meno diseguaglianze, e dall’altra lavoro stabile, salario adeguato, sicurezza sui luoghi di lavoro - ha detto il Segretario Generale UIL Toscana Paolo Fantappiè nella sua relazione - Dobbiamo rimettere al centro il contratto a tempo indeterminato, come hanno fatto in Spagna. Guardiamo al modello spagnolo come un esempio, dove il contratto a tempo determinato è stato marginalizzato rispetto al contratto di lavoro a tempo indeterminato”.

"L'Italia e la Toscana hanno le capacità per tornare centrali nel processo produttivo, ma dobbiamo avere il coraggio di compiere tragitti non più rinviabili - ha detto ancora Fantappiè - Come è possibile che oggi la logica del profitto sia preponderante? Come è accettabile un Paese in cui un operaio guadagna 80 volte in meno rispetto ai top manager delle grandi società? Crediamo che questo sia il nodo: introdurre una vera cultura della responsabilità sociale di impresa in questo paese, redistribuendo la ricchezza in modo diverso rispetto all’accentramento attuale in cui quasi tutto è concentrato nelle mani di pochi; tutto ciò ha generato diseguaglianze e compresso i diritti”.

“La Toscana deve fare squadra. Dobbiamo fare sinergia per invertire una rotta che procede verso la recessione e lo si può fare creando lavoro stabile e sicuro con uno sviluppo sostenibile, attento all’ambiente circostante- ha concluso Fantappiè -. Si deve inoltre aggiornare il Patto per lo sviluppo stipulato nel 2019 e per questo auspichiamo che sia avviato immediatamente un confronto con la Regione Toscana, con la quale vorremmo parlare anche di PNRR, una sfida che non possiamo permetterci di perdere. Per questo è necessario stilare tra Regione, Sindacato e parti datoriali un cronoprogramma preciso sulla realizzazione delle opere infrastrutturali già definite e finanziate. Ai cittadini ed imprese dobbiamo dare certezze sulla realizzazione di opere strategiche attese da decenni come l’Alta velocità, il progetto Darsena Europa, l’adeguamento e la messa in sicurezza della Tirrenica, il quadruplicamento della Firenze-Mare, il raddoppio della linea ferroviaria Pistoia- Lucca e gli adeguamenti infrastrutturali degli aeroporti di Firenze e di Pisa. Dobbiamo fare presto perché i dati che ci ha fornito IRPET toscana alcune settime fa sono preoccupanti: entro il 2022 circa 15 mila imprese chiuderanno un bilancio in perdita con 115.000 posti di lavoro in serio pericolo”.

Il dibattito congressuale è stato concluso dal Segretario Generale UIL PierPaolo Bombardieri. Durante i lavori sono intervenuti, tra gli altri, Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana, Dario Nardella, Sindaco di Firenze, Matteo Biffoni, Presidente di Anci Toscana. Numerosi ospiti e autorità hanno presenziato i lavori, tra cui il Prefetto ed il Questore di Firenze.

L’assemblea ha eletto Paolo Fantappiè Segretario Generale della UIL Toscana.

La Segreteria Confederale UIL Toscana sarà composta, oltre che da Fantappiè, da Davide Materazzi, Carmen Scavo, Simone Panduri, Laura Menconi, Qamil Zejnati; tesoriere Tommaso Lanni.

Paolo Fantappiè, classe 1966, laureato, iscritto alla UIL dal 1988, ha svolto attività sindacale fin da subito: prima nella RSU, successivamente come responsabile provinciale e poi come Segretario Generale della categoria Uiltrasporti Toscana. Nel 2014, chiamato dalla categoria a Roma, ha ricoperto l'incarico di Segretario Nazionale della Uiltrasporti. Per 3 anni ha svolto l’incarico di consigliere di amministrazione di un importante fondo previdenziale dei trasporti. Da febbraio 2022 è Segretario Generale della UIL Toscana.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina