Born in the Solvay, Ubaldo Pantani si racconta a Peccioli

Che cosa unisce un chimico belga, un impiegato comunale e un benzinaio con la passione per l'alta cucina? Li unisce gli occhi di un bambino cresciuto in un villaggio operaio che scruta curioso la realtà che lo circonda e si diverte ad osservare, imitare e reinventare i personaggi che lo animano.

I personaggi saranno parte integrante della vita di quel bambino che diventerà grande portandoli con sé durante tutto il suo viaggio. Come il viaggio del sale che, estratto dalla società chimica Solvay proprio nei campi vicino al suo paese, viene spedito e indirizzato in tubazioni, direzione Rosignano.

Qui viene trasformato nel mitologico bicarbonato i cui scarti regalano l'illusione di un mare caraibico nel bel mezzo della Toscana. Una vera e propria imitazione con trucco. Un prodotto della terra, il sale, che gli incontri e le contaminazioni hanno trasformato in un prodotto commerciale dai mille usi, poliedrico e versatile, proprio come ci si aspetta sia un attore. Pronto a ripartire proprio dal mare come accade spesso per il viaggio dell'eroe. Ubaldo Pantani racconta il suo viaggio attraverso l'ironia, con un monologo acuto e divertente.

UBALDO PANTANI
Attore, storyteller, comico e imitatore. Allievo di Giorgio Albertazzi al Laboratorio d´Arti Sceniche di Volterra, ha interpretato inizialmente ruoli drammatici con il Teatro Sant’Andrea di Pisa. In tv è da anni protagonista di programmi comici sulle reti Rai (tra cui “Quelli che il calcio” per 12 edizioni) e Mediaset (il ciclo Mai dire, con la Gialappa’s Band), principalmente con il ruolo di comico-imitatore, proponendo personaggi di grande successo (Lapo Elkann, Massimo Giletti, Max Allegri, Gigi Buffon, Paolo Del Debbio, Mario Giordano e molti altri).

Al cinema è stato diretto da Giovanni Veronesi, Luca Miniero e Fausto Brizzi. Appassionato di Storia, ha messo in scena numerosi reading di teatro di narrazione e condotto per Rai2 gli speciali per il Giorno della Memoria. Uno di questi, dedicato a Gino Bartali, è diventato uno spettacolo teatrale. Nel 2021 ha ideato e dato voce per storielibere.fm al progetto “Nihao. Un podcast senza plegiudizi”, viaggio semiserio alla scoperta della cultura cinese giunto alla seconda edizione. Con "Born in the Solvay", si racconta per la prima volta dal vivo, ripercorrendo il suo percorso artistico e personale in un monologo acuto e ironico.

 

Fonte: Fondazione Peccioliper



Tutte le notizie di Peccioli

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina