Sds Fiorentina Sud Est, in arrivo grazie al Pnrr 5,4 milioni di euro per i servizi socio-sanitari


Importanti risorse in arrivo grazie al Pnrr per la Società della Salute Fiorentina Sud Est. Circa 5,4 i milioni di euro previsti per finanziare e sostenere una decina di progetti strategici. Anziani, disabili, emergenza abitativa, minori e famiglie i principali settori di intervento. Con iniziative e percorsi che interesseranno per i prossimi tre anni tutti i Comuni della zona: Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Fiesole, Figline Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Impruneta, Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Casciano in Val di Pesa e San Godenzo.

Quasi 2,5 milioni sono destinati a potenziare la domiciliarità delle persone anziane. Tre i progetti principali. A partire dalla ristrutturazione, a Bagno a Ripoli, di un immobile in via Tegolaia dove nasceranno 6 appartamenti per 2 persone ciascuno, dedicati ad anziani non autosufficienti ma in grado di vivere in autonomia (finanziamento di circa 1 milione). Un altro milione circa sarà impiegato per ristrutturare con la stessa finalità parte della fattoria Alberti nel cuore di Impruneta, in collaborazione con l’Opera Pia Vanni. Mentre a Rignano, circa 300mila euro verranno utilizzati per riqualificare 6 mini appartamenti adattati al medesimo scopo.

Ai servizi agli anziani sono destinati ulteriori 330mila euro. Serviranno a sostenere un percorso di accompagnamento dopo le dimissioni dall’ospedale e il rientro nella propria abitazione. Potranno essere impiegati per finanziare l’assistenza domiciliare, ma anche attività più specifiche come la fisioterapia. Un progetto, questo, condiviso anche con la zona del Mugello. Previsti 150 “pacchetti” da 2mila euro ciascuno.

Circa 715mila euro saranno destinati ai servizi per le persone con disabilità, con particolare attenzione ai percorsi di autonomia, non solo abitativa. Due i progetti. A Bagno a Ripoli l’ex distretto dell’azienda Ausl di via Dante Alighieri a Grassina sarà totalmente riqualificato e adibito a residenze per il “Dopo di noi”. A San Casciano l’agriturismo di Casalta, oggetto di una donazione al Comune, sarà ristrutturato sempre nell’ottica di un percorso di autonomia abitativa. Le persone coinvolte, in entrambi i casi, saranno accompagnate da educatori e professionisti in attività che ne potenzino l'autosufficienza in ogni ambito della quotidianità.

Altri 710mila euro per l’emergenza abitativa (in questo caso capofila di progetto è la zona del Mugello). Le risorse contribuiranno a ristrutturare un immobile per ospitare persone in difficoltà: 5 i posti a disposizione per la zona della Sds Fiorentina Sud Est.

Per i minori saranno impiegati oltre 200mila euro: serviranno a sostenere le famiglie in difficoltà, tramite la partecipazione al progetto nazionale “Pippi”, che punta a creare occasioni di interazione e attività che coinvolgono tutto il nucleo familiare. Inoltre si prevede di rafforzare la collaborazione con il Centro Affidi zonale.

Ulteriori 210mila euro invece sono rivolti ad attività di formazione e supervisione per gli assistenti sociali, come forma di contrasto ad episodi di burn out e come strumento per preservare la qualità della professione. Anche questo progetto è stato presentato in associazione con la SDS del Mugello.

Il presidente della Sds Fiorentina Sud Est e sindaco di Bagno a Ripoli, a nome dei sindaci di zona, dichiara grande soddisfazione. Spiega che le considerevoli risorse ottenute grazie al Pnrr serviranno a dare nuove risposte concrete alle esigenze dei cittadini, segnando uno scatto per i servizi in numerosi ambiti. Ma soprattutto consentiranno di avviare percorsi di supporto e intervento strategici, strutturati e duraturi nel tempo.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Bagno a Ripoli

<< Indietro

torna a inizio pagina