Fucecchio si scrive con la A: l'esordio tra i grandi di Alvini

Si chiama Massimiliano Alvini, ha cinquantadue anni, viene da Fucecchio, lavorava nel settore della moda e ora fa l'allenatore. Per lui sono ore febbrili: sta per esordire in Serie A.

L'allenatore fucecchiese è a quasi ventiquattro ore da un traguardo storico. Guiderà la Cremonese al ritorno in Serie A dopo quasi un quarto di secolo. Sulla panchina grigiorossa ci sarà il toscano, che farà la sua prima in A proprio in Toscana, a pochi passi da casa.

Fiorentina-Cremonese allo Stadio Franchi sarà il suo ingresso ufficiale tra i grandi, nel campionato di Pioli, Inzaghi, Mourinho e Allegri. Partito dagli amatori, Alvini ha scalato il calcio italiano meritandosi la Serie A, e ora si prende la sua prima partita.

Emozionato? No, emozionatissimo. "C'è entusiasmo, vogliamo rendere orgogliosi i nostri tifosi. Non so se dormirò ma è giusto così. Vivo di passioni e questo mi piace. Voglio vivere così questi momenti, se non dormirò non fa nulla, sono grato per non dormire stanotte" ha detto in conferenza stampa Alvini.

Ancora il mister: "Vengo da Fucecchio, a quaranta chilometri da Firenze e giocare nel capoluogo al Franchi è una grande soddisfazione personale". E dalla sua Fucecchio giunge un gigantesco in bocca al lupo, di sicuro là si vedrà con un occhio di riguardo la stagione della Cremonese.



Tutte le notizie di Calcio

<< Indietro

torna a inizio pagina