Dieci anni di Accademia musicale Amedeo Bassi tra bilanci e progetti

E sono 10 le candeline che l’Accademia Musicale “Amedeo Bassi” di Montespertoli compie in questi giorni, preparandosi con rinnovato entusiasmo a riprendere le attività didattiche e i nuovi progetti, dopo la pausa estiva. Un’estate, quella passata, che per la Nuova Filarmonica e per la sua scuola di musica, si è rivelata tutt’altro che monotona, visti i molteplici momenti musicali in cui sono state coinvolte in occasione dei 150 anni dalla nascita di Amedeo Bassi, celebrati a Montespertoli con un calendario fitto di eventi. Dopo il Pianoday, un pomeriggio, all’interno di uno spazio della 64° Mostra del Chianti, dedicato al pianoforte in cui si sono susseguiti in esecuzioni pianistiche da tutti i generi musicali, circa 30 pianisti, allievi, studenti, appassionati, provenienti da varie scuole del circondario oltre che dai conservatori, primo evento musicale dei festeggiamenti 150AmedeoBassi, dopo A spasso con Amedeo Bassi, l’iniziativa di trekking urbano organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Montespertoli, in cui camminando per le vie del paese e per la strade di campagna, attraverso quattro soste musicali si sono ripercorsi i luoghi e la biografia del celebre tenore, la Nuova Filarmonica, i solisti e la corale “Amedeo Bassi” con la partecipazione del coro di voci bianche della scuola “I Montegufetti” sono stati protagonisti de L’acqua cheta, operetta di Augusto Novelli con musica di Giuseppe Pietri, negli spazi dell’arena estiva allestiti dalla Casa del Popolo Arci di Montespertoli, e l’orchestra e la corale Bassi con i solisti hanno infine messo in scena il 30 luglio, Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, evento inserito all’interno del Festival Amedeo Bassi.

Sabato 17 settembre dalle ore 16.30 al civico 25 di via Montegufoni nel giardino dell’Accademia Musicale, si inaugura dunque il nuovo anno scolastico con una festa di openday aperta a tutti.

Ci sarà musica per tutti i gusti: insegnanti e allievi della piccola, ma vivacissima scuola proporranno al pubblico un programma musicale interessante; ci sarà musica per tutte le età: verrà allestito un apposito spazio dedicato ai bambini con un laboratorio ritmico. Sarà l’occasione di suonare e provare gli strumenti che sono di casa all’Accademia di Montegufoni, come di prendere informazioni sui corsi individuali di strumento, collettivi di teoria, sui corsi di Giocomusica e Propedeutica

Musicale, sul coro di voci bianche I Montegufetti, sulla corale, sull’orchestra, sulla Nuova Filarmonica Amedeo Bassi e sulle modalità di partecipazione.

Parole di soddisfazione quelle di Massimo Annibali, direttore della scuola di musica, dell’orchestra e della corale Bassi, che ricorda il lontano 2012 quando la Nuova Filarmonica, presieduta da Franca Rinaldi e Enzo Canuti e diretta da Marco Bellini, fondò l’Accademia Amedeo Bassi, risultante dall’accorpamento della scuola di musica della banda e dell’Accademia Musicale di Firenze decisa in quel periodo a lasciare Montespertoli. «Non potevamo festeggiare i nostri primi 10 anni di attività in un modo migliore» dichiara Annibali, «con la presenza della Nuova Filarmonica, delle nostre formazioni e della nostra musica ai festeggiamenti e al Festival Amedeo Bassi, con grandissima partecipazione di pubblico ad ogni evento. Facendomi portavoce di tutta la squadra Bassi, vorrei ringraziare tutti coloro che hanno permesso la realizzazione dei nostri eventi, in primis l’amministrazione comunale che sempre accoglie e sostiene i nostri progetti, gli organizzatori del Festival Amedeo Bassi, le associazioni di Montespertoli che a vario titolo ci hanno supportato (Casa del Popolo Arci Montespertoli, Gruppo Novecento, Pro Loco Montespertoli, Circolo Fotografico Fermo Immagine Montespertoli), i colleghi, i musicisti e gli allievi che ci hanno accompagnato in questa avventura come tutti i volontari indispensabili per la vita delle associazioni.» «Il ruolo delle filarmoniche nei paesi» aggiunge Andrea Graziani, attuale Presidente della Nuova Filarmonica “Amedeo Bassi”«è stato storicamente quello di divulgare cultura musicale fra la gente, basti pensare al repertorio operistico conosciuto un tempo da tutti grazie alle trascrizioni per banda. La banda è tradizionalmente la gente, è fra la gente e suona per la gente. Eredi naturali di questa lunga tradizione radicata anche nel territorio di Montespertoli, la Nuova Filarmonica e la sua scuola intendono proseguire sulla strada tracciata nel tempo, portando all’attenzione degli allievi, del pubblico che segue i concerti e della gente, la musica e i suoi valori.»

In attesa dei nuovi progetti, di cui il nuovo anno si preannuncia ricchissimo, ricordiamo i prossimi appuntamenti inseriti nel calendario 150Amedeo Bassi: “L’infanzia di Amedeo Bassi: Raccontami una novella” letture musicate di una selezione di novelle tratte dalla tradizione toscana, ogni secondo sabato di settembre, ottobre, novembre alle ore 16.00 presso il Centro Culturale Le Corti, presso la Biblioteca Comunale Ernesto Balducci di Montespertoli e Flute Day, la giornata dedicata al flauto, il 2 ottobre prossimo con “Visite Musicate al Museo d’Arte Sacra e al Museo Amedeo Bassi” nel pomeriggio e concerto finale alle ore 21.00 dell’Arezzo Flute Ensemble.

Fonte: Ufficio stampa



Tutte le notizie di Montespertoli

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina