Lesioni aggravate, minacce e danneggiamento: Daspo di due anni per un 36enne a Certaldo

Negli anni avrebbe collezionato una serie di denunce dei carabinieri per lesioni aggravate, minacce e danneggiamento, reati commessi tutti all’interno o in prossimità di vari esercizi commerciali adibiti alla vendita di cibi e bevande nel Comune di Certaldo.

Così per un 36enne di origini albanesi, è scattato nei giorni scorsi il DASPO Urbano firmato dal Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma. Per almeno due anni, come scritto nel provvedimento elaborato dalla Divisione Polizia Anticrimine, l’uomo non potrà infatti più accedere ai locali della cittadina toscana compresi nel quadrilatero tra via Toscana, via Fratelli Cervi, via Falcone e Borsellino, via Felice Cavallotti, piazza Boccaccio, via Galvani, via Caduti del Lavoro, via Romana, via Fattori, via Fabiani e via delle Regioni.

In passato la stessa persona avrebbe inoltre lanciato, in un’occasione, sedie e tavoli, finendo per colpire anche un’auto in strada e danneggiando un bar, sempre a Certaldo.

A fine agosto sarebbe stato poi anche denunciato - sempre dai carabinieri - dopo aver minacciato più volte il gestore di un bar della zona poiché la vittima non lo avrebbe fatto bere gratuitamente.

Nel 2018 era già stato destinatario della misura di prevenzione dell’Avviso Orale e nel 2020 del Foglio di Via Obbligatorio da Castelfiorentino.

Il Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma ha quindi stabilito che il protagonista di tutte queste vicende, caratterizzate anche da forte aggressività fisica e da atteggiamenti intimidatori, abbia manifestato una pericolosità sociale attuale e concreta.

In caso di violazione del divieto rischia la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8000 a 20000 euro.



Tutte le notizie di Certaldo

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina