Scuole, estate di lavori a Pistoia: investimenti da 2 milioni

Interventi di adeguamento sismico e antincendio, efficientamento energetico, manutenzioni straordinarie: molti i lavori programmati dall’Amministrazione comunale nelle scuole nei mesi estivi, approfittando della pausa didattica, per un importo complessivo di quasi due milioni di euro. A questi si vanno ad aggiungere i lavori in corso per la realizzazione di due scuole ex novo, la Cino da Pistoia e l’Aquilone a Bottegone, ma anche l’avvio delle procedure di affidamento per i lavori alla primaria Modesta Rossi di Ponte alla Pergola, finanziati con il Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC), e alle Frosini, con fondi Pnrr. Già affidati i lavori di riqualificazione, miglioramento sismico e adeguamento antincendio della scuola materna Il Melograno.

Sono terminati i lavori di adeguamento sismico alla scuola primaria Croce di Gora, prima fase. L’intervento, per una spesa complessiva di 215.000 euro (di cui 200.000 finanziati dalla Fondazione Caript), ha riguardato la copertura, realizzata in legno, così da migliorare la risposta dell’edificio alle sollecitazioni sismiche. L’intervento ha visto anche il consolidamento di travi, pilastri e fondazioni in cemento armato, in modo da raggiungere la prima fase di adeguamento sismico dell’edificio. Completata anche la manutenzione della scuola dell’infanzia Alice di Badia a Pacciana. L’intervento, per una spesa di 35.000 euro, ha previsto la sistemazione di intonaci e muri interni ed esterni dell’edificio, la completa tinteggiatura e la realizzazione di una zona d’ombra nel giardino della scuola, dove i bambini possono giocare e svolgere altre attività all’aperto.

Come evidenzia l'assessore all'edilizia scolastica, la sicurezza delle scuole e il miglioramento degli spazi didattici continuano ad essere priorità di questa Amministrazione comunale. Fondamentale è anche il tema dell'efficientamento energetico, sul quale si è già iniziato a intervenire con progetti importanti come nel caso delle Roncalli, dove sono stati sostituiti oltre 400 infissi, così da ridurre i consumi e permettere ai ragazzi di studiare in aule più confortevoli e adeguate alle loro necessità. Su questo fronte l'Amministrazione continuerà a progettare e intervenire, per un miglioramento complessivo delle scuole e una resa ottimale di impianti e strutture, ma soprattutto per il benessere degli alunni e del personale scolastico.

In fase conclusiva, dunque, l’intervento da un milione e 300mila euro per ottimizzare l’efficientamento energetico alla scuola secondaria di primo grado Roncalli a Porta al Borgo. Qui sono stati sostituiti 467 infissi di varie tipologie e dimensioni, installate le valvole termostatiche a tutti i radiatori, ma anche adeguata la centrale termica. Si è andati a migliorare la tenuta termica di tutto l’edificio, raggiungendo un maggiore isolamento, valorizzando lo stabile anche dal punto di vista estetico e garantendo maggiore sicurezza.

Per un importo di 150.000 euro, alla scuola secondaria di primo grado Leonardo da Vinci sono in corso i lavori di adeguamento alla normativa di prevenzione incendi. Tra le varie opere è prevista la manutenzione straordinaria dell’impianto elettrico, dell’illuminazione ordinaria e di emergenza e la realizzazione di un impianto di allarme incendio. I lavori saranno completati evitando interferenze con l’attività scolastica, quindi il pomeriggio e nei fine settimana. In fase di ultimazione, invece, alla scuola primaria Marino Marini, i lavori di adeguamento alla normativa di prevenzione incendi per 170.000 euro. Hanno riguardato la realizzazione di nuovo impianto idrico antincendio a idranti, la ricostruzione di alcune pareti di separazione così da garantire una specifica resistenza al fuoco, l'adeguamento dell’impianto di illuminazione di emergenza e l'installazione di porte tagliafuoco al piano seminterrato.

Per quanto riguarda la realizzazione di nuovi edifici scolastici, sono ripresi i lavori di ricostruzione della scuola Cino da Pistoia, con un investimento di 4milioni e 270mila euro. Terminata la realizzazione della parte strutturale, è già possibile apprezzare la sagoma definitiva dell’edificio e quindi farsi un’idea di quello che è stato concepito dall’ufficio Edilizia scolastica del Comune come un plesso innovativo per metodologia di realizzazione e parametri ambientali, conforme ai più moderni standard di sicurezza, risparmio energetico e qualità degli spazi per l’apprendimento. Nei prossimi mesi la ditta appaltatrice interverrà sulle finiture, realizzando pareti, montando infissi e installando gli impianti interni.

Anche a Bottegone sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuova scuola materna Aquilone, che prevede il ciclo di istruzione 0-6 anni. L’intervento, che rientra nel piano di rigenerazione “Bottegone, un nuovo centro” e richiede un investimento di circa 1milione e 800mila euro, ha già visto la demolizione della scuola esistente. Si è passati adesso allo scavo delle fondamenta per provvedere alla ricostruzione del nuovo edificio in quota di sicurezza idraulica. L’intento primario è quello di creare una struttura flessibile ed accogliente, con luoghi di formazione e crescita, in cui la didattica procede di pari passo con l’architettura e il rispetto per l’ambiente.

Rimanendo a Bottegone, per quanto riguarda la scuola media Martin Luther King è in programma l’adeguamento alla normativa sismica e sicurezza idraulica. A breve riprenderanno gli interventi del primo lotto di lavori che riguardano coperture e terrazze, per un importo di 355.000 euro (finanziato per 213.000 euro con contributi statali del Programma Periferie e 142.000 euro con un avanzo di amministrazione non vincolato). Sarà realizzata una nuova impermeabilizzazione della copertura, con incremento delle grondaie per ovviare alle frequenti infiltrazioni di acqua meteorica. Prevista, inoltre, la sostituzione della pavimentazione dissestata delle terrazze, che è priva di guaina impermeabilizzante e che al momento provoca le infiltrazioni maggiori all’interno dei locali.

Sono stati, poi, affidati i lavori di riqualificazione e miglioramento sismico della scuola materna ‘Il Melograno’. Si tratta di un secondo lotto di interventi che impegna l’Amministrazione comunale per circa un milione e 200 mila euro, finanziati con fondi Pnrr e della Regione Toscana). Nello specifico i lavori interesseranno la parte ad oggi non utilizzata della scuola e pertanto non interferiranno con l’attività didattica e prevederanno il consolidamento strutturale dell’edificio per il raggiungimento del miglioramento sismico richiesto da normativa.

Inoltre sono previsti altre lavorazioni complementari quali la sostituzione di alcuni infissi e il restauro di altri originali in legno, la posa di nuovi sanitari, la realizzazione di nuovi pavimenti in graniglia, la tinteggiatura dei locali interessati dai lavori, ma anche la creazione di controsoffitti in cartongesso, la coibentazione della copertura e il recupero della gronda. All’esterno saranno completati interventi di sistemazione complessiva che riguardano la recinzione, le ringhiere, le scalinate, poi il risanamento dei muretti.

Approvato il progetto definitivo e in fase di approvazione il progetto esecutivo, nei prossimi mesi partiranno le procedure di gara per l'affidamento dei lavori alle scuole Frosini, un intervento da 4.094.700 finanziati in parte dai fondi del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza), ma anche dalla Fondazione Caript e dal Comune stesso. Si tratta di interventi di miglioramento sismico e adeguamento normativo, fondamentali per la messa in sicurezza del plesso e dunque per la sua riapertura.

Infine, per quanto riguarda la primaria Modesta Rossi a Ponte alla Pergola, nei prossimi mesi partiranno le procedure di gara per l’affidamento dei lavori che interesseranno il miglioramento sismico e adeguamento normativo e saranno finanziati dalla Regione Toscana tramite il Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) per un importo di 1.416.057 euro.



Tutte le notizie di Pistoia

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina