Montopoli Medioevo chiama a raccolta oltre 3mila persone

Foto dal profilo Facebook Ufficiale del sindaco Giovanni Capecchi

Sono oltre tremila le persone che, nel fine settimana appena trascorso, sono arrivate a Montopoli per la rievocazione storica. L'edizione numero 48 di Montopoli Medioevo è un successo che riporta i numeri delle presenze ai tempi pre-Covid. «In questi due giorni – spiegano dall'amministrazione comunale – abbiamo visto un paese unito e compatto nella buona riuscita della festa. Grazie al lavoro della Pro Loco che ha coordinato i ragazzi e le ragazze, gli uomini e le donne che in queste settimane si sono impegnati duramente affinché tutto filasse per il meglio. Siamo tutti soddisfatti e felici per aver ritrovato a pieno la nostra festa, l'evento che più di tutti rappresenta la storia e lo spirito di comunità di Montopoli. Siamo certi che uno dei motivi della riuscita dell'iniziativa stia nel non essersi fermati mai, neanche nei momenti più difficili della pandemia. Merito della Pro Loco che ha continuato a mantenere viva la tradizione della rievocazione. Tutti sapevamo che il rischio poteva essere quello di interrompere appuntamenti decennali, ci siamo impegnati affinché questo non succedesse e adesso siamo orgogliosi della scelta».

A partire dal tardo pomeriggio del sabato Montopoli si è trasformata in un antico castello medievale. Sono stati i coperti i simboli della modernità e allestiti ospedali, prigioni, accampamenti e botteghe. La domenica poi si è svolta la disfida con la vittoria dei colori bianco e rosso della contrada di Perinsù. E poi gli artisti di strada, i giocolieri, i musici, gli sbandieratori, gli arcieri, la danza storica, i mercatini e le tante attività a tema organizzate dal Museo Civico.

«Gli ingressi del sabato sono stati più di 800, un vero record – raccontano dalla Pro Loco – mentre hanno superato i 2 mila i biglietti strappati la domenica. Volevamo che questa edizione fosse il ritorno alle origini della festa e così è stato, merito del grande lavoro di squadra di tutti i nostri volontari. Siamo rimasti sorpresi dalla voglia di partecipare, in tantissimi ci hanno chiesto di potersi vestire per la sfilata. I numeri di questa edizione ci ripagano dei tanti sforzi fatti, delle notti insonni e delle ore passate a organizzare tutto. Grazie a chi ha partecipato. Montopoli Medioevo è una tradizione che fa parte della nostra comunità e che vogliamo e dobbiamo portare avanti».

 

Fonte: Comune di Montopoli in Val d'Arno - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Montopoli in Val d'Arno

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina