Per 40 anni parroco a Cantagallo e Luicciana, è scomparso don Franco Groppo

È morto don Franco Groppo. Aveva 82 anni e ha sempre svolto il suo ministero nell’alta valle del Bisenzio nelle parrocchie di Luicciana e Cantagallo, dove è stato parroco per quarant’anni. Aveva lasciato la guida delle due comunità lo scorso anno e per motivi legati all’età e alle sue condizioni di salute dal mese di gennaio era andato a vivere nella Casa di accoglienza anziani a San Quirico di Vernio e qui è deceduto nella notte.

Originario di Vicenza, dove era nato il 14 novembre del 1940, don Franco era arrivato a Prato negli anni ’70 per frequentare il Seminario. La sua era una di quelle che al tempo venivano chiamate «vocazioni adulte», una esperienza che negli anni ha portato in diocesi molti giovani uomini provenienti dal nord Italia per far fronte alla forte espansione demografica di Prato, bisognosa di nuove parrocchie e di nuovi preti.

Dopo l’ordinazione, avvenuta nel 1978, aveva prestato servizio come cappellano a Coiano e a Mezzana e poi, nel 1981, l’allora vescovo Pietro Fiordelli chiese a don Groppo di diventare parroco delle piccole parrocchie di San Michele a Luicciana e di San Biagio a Cantagallo, un compito che il sacerdote vicentino ha portato avanti fino al 2021 con grande dedizione e amore. Negli anni don Franco è stato anche Cappellano della Misericordia di Prato, una presenza fissa e preziosa alle cappelle del commiato in via Convenevole, dove ha celebrato moltissimi funerali.

La camera ardente verrà allestita da questa mattina nella chiesa di Luicciana, dove sarà esposta la salma. Domani, martedì 20 settembre, alle ore 16 il vescovo Giovanni Nerbini presiederà le esequie nella medesima chiesa.



Tutte le notizie di Cantagallo

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina