Picchiava i genitori, aggredisce anche i carabinieri: arrestato a Firenze

Un 51enne italiano è stato arrestato a Firenze per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, dopo che è andato in escandescenza contro i militari che stavano andando a notificare un’ordinanza di allontanamento d'urgenza dall'abitazione familiare.

Il provvedimento era scaturito dalle indagini condotte dai Carabinieri di Firenze, all’esito delle quali sono stati accertati gravi maltrattamenti da parte dell’uomo nei confronti dei genitori, consistiti in plurime e giornaliere minacce, offese ed aggressioni fisiche, continuate dall’aprile 2019 all’agosto 2022.

Percosse, minacce di morte, danneggiamento sistematico di arredi domestici, bevande versate in testa alcune delle inaudite violenze contestate all’indagato e subite dagli anziani, in qualche caso costretti a rifugiarsi in bagno per sottrarsi alla furia del figlio.

Nella circostanza, uno dei carabinieri è stato colpito ad un braccio, rendendosi necessarie per lui cure mediche presso l’Ospedale Santa Maria Nuova, a seguito delle ferite lacero-contuse riportate.

L’arrestato, già noto alle forze di polizia è stato sottoposto all’allontanamento dalla propria abitazione con divieto di avvicinamento nel raggio di 200 m agli anziani genitori maltrattati e con divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con essi. Per la violenta resistenza opposta, l'arresto è stato convalidato ed applicata la misura dell'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina