Rissa in centro di Pistoia, 3 'divieti di accesso' ai locali pubblici

Il Questore della provincia di Pistoia Olimpia Abbate ha emesso 3 divieti di accesso a bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari, presenti all’interno dell’area cittadina di questo capoluogo denominata ““Zona a particolare tutela”, coincidente con il centro storico, nonché di stazionare nelle immediate vicinanze degli stessi, dalle ore 17 alle ore 02, per la durata di un anno.

I destinatari dei provvedimenti si sono resi protagonisti di una rissa, ripresa dalle telecamere cittadine di video sorveglianza, avvenuta a più riprese lungo via Buozzi, Piazza Gavinana e via Curtatone e Montanara intorno alle ore 20.00 dell’11 agosto scorso.

L’adozione dei provvedimenti è stata ritenuta necessaria dopo aver valutato la gravità delle condotte per l’ordine e la sicurezza pubblica visto che, al momento dei fatti, erano presenti numerose persone le quali, temendo per la loro incolumità, furono costrette ad allontanarsi repentinamente dalla zona e che i contendenti continuarono nella loro condotta anche in presenza delle forze dell’ordine intervenute sul posto, causando la momentanea interruzione del normale funzionamento del servizio di trasporto pubblico.

Con i provvedimenti odierni sale a 18 il numero dei divieto di accesso ad aree urbane (DACUR) adottati a tutela al centro storico di Pistoia.

I divieti di accesso e avvicinamento ai locali, sono misure di prevenzione di competenza del Questore, quale Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, rientranti nella categoria del “divieto di accesso ad aree urbane” (denominato DACUR), la cui disciplina è stata modificata nel 2020 all’indomani dei tragici fatti che portarono alla morte del ventiduenne Willy Monteiro Duarte.

La violazione del provvedimento è punita con la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.



Tutte le notizie di Pistoia

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina