Pediatria ospedale di Volterra, Cassa di Risparmio: "Part time non risponde alle esigenze"

Negli ultimi giorni due notizie hanno portato al centro dell’attenzione la sanità della Valdicecina: l’assegnazione di una nuova TAC (Tomografia assiale computerizzata) all’Ospedale di Volterra e il ripristino dell’ambulatorio di pediatria, dopo vari mesi di sospensione, ma in una modalità parziale e ridotta (4 ore dal lunedì al venerdì, escluso il weekend) e con monitoraggio di verifica a fine anno, che non convince assolutamente, ma anzi genera sconcerto e indignazione non solo tra le mamme volterrane.

"La Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra da sempre è attenta a tutelare il territorio e la salute dei cittadini - afferma Roberto Pepi presidente della Fondazione CRV - infatti negli anni insieme alla Cassa di Risparmio di Volterra ha donato strumentazioni di diagnostica all’ospedale cittadino, tra cui anche la TAC. Quindi, se da una parte mi fa piacere che l’Usl abbia deciso di sostituirla perché ormai obsoleta, e per questa attenzione ringrazio la dott.ssa Maria Letizia Casani direttrice generale dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest e il dott. Francesco Bellomo dello staff sanitario dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest che hanno mantenuto la parola, dotando l’ospedale di Volterra di una strumentazione diagnostica di rilievo, dall’altra vorrei che la stessa attenzione fosse rivolta alla questione di pediatria, perché una proposta simile non può essere accettata, in quanto non risponde affatto alle esigenze e ai bisogni di una delle categorie più fragili: i bambini e i ragazzi. Nell’ultimo consiglio comunale aperto sulla sanità - continua Pepi - è stato affermato che gli ospedali senza punto nascita potevano essere privati anche della pediatria, ecco, questo mi pare un’offesa al territorio, perché non vedo alcun nesso tra le due cose, e casomai, al contrario, c’è un bisogno maggiore di questo tipo di assistenza. Ci auguriamo - conclude il presidente - che la questione di pediatria sia riconsiderata ascoltando le richieste e le reali necessità della popolazione".

Fonte: Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra



Tutte le notizie di Volterra

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina