Si insedia il Distretto Biologico del Montalbano: 5 comuni e 50 soggetti

(foto Enrico Zarri)

Sabato 8 ottobre a Carmignano in Sala Consiliare è convocata l'Assemblea di insediamento del Distretto Biologico del Montalbano comprendente 5 territori comunali (Carmignano, Poggio a Caiano, Vinci, Capraia e Limite e Lamporecchio) per una superficie agricola utilizzabile di complessivi 4.876 ha di cui ben 1.648 ha, pari al 33,79%, condotti con il metodo dell'agricoltura biologica e con 157 aziende agricole afferenti a tale condizione.

L'Accordo di Distretto è già stato sottoscritto da oltre 50 nominativi tra soggetti pubblici e privati operanti nell'ambito territoriale suddetto.

All'Accordo possono aderire tutti i soggetti che condividono finalità, obbiettivi e strategie che sono alla base della costituzione del Distretto, tra l'altro:
- promuovere l'incremento e la valorizzazione delle produzioni biologiche del territorio e delle filiere collegate, lo sviluppo delle risorse naturali e locali
- salvaguardare la biodiversità agricola del territorio
- farsi promotore della somministrazione di cibi biologici nella ristorazione pubblica e collettiva
- favorire aggregazione e confronto dei diversi interessi locali
- promuovere attività di divulgazione e formazione in ambito agricolo, ambientale, alimentare ecc.

Il Distretto opererà secondo la normativa regionale vigente, vedi legge n. 51/2019.
Per ottenere il riconoscimento da parte della Regione sarà necessario presentare la richiesta documentazione ed attenderne l'esito: Testo dell' Accordo sottoscritto, Regolamento di funzionamento dell'Assemblea, Progetto economico territoriale integrato.
Il ruolo di Soggetto Referente (come descritto dalla legge 51/19), è stato individuato nella scrivente associazione ed avrà il compito di condividere con l'Assemblea la governance del Distretto.



Tutte le notizie di Carmignano

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina