Cinque arresti fra Emilia Romagna e Toscana, fermati "veri e propri professionisti del furto"

La polizia stradale di Pistoia ha arrestato cinque membri di una banda specializzata in furti in ville a conclusione di un'indagine coordinata dalla procura. Le cinque persone abitano fra Lazio e Toscana, hanno precedenti penali, fra i quali anche reati di furto in abitazione.
L'inchiesta, denominata "Giro di giostra", attribuisce alla banda decine di furti in una sola settimana nei quartieri residenziali delle province di Pistoia, Prato e Firenze, oltre che a Bologna, che hanno fruttato alla banda decine di migliaia di euro di gioielli e oggetti d'oro rubati e ricettati.
Gli investigatori parlano di "di veri e propri professionisti del furto, agili e prestanti fisicamente, in possesso di apparecchiature walkie-talkie, spray al peperoncino e attrezzatura da scasso, estremamente attenti ad eludere i controlli delle forze dell'ordine riuscendo a darsi alla fuga in più circostanze dopo aver ricevuto l'alt delle pattuglie impiegate nel controllo del territorio".
I criminali alloggiavano anche in strutture alberghiere di fascia alta, registrandosi con nomi falsi, utilizzando auto a noleggio alle quali sostituivano le targhe. Proprio questa anomalia nella corrispondenza fra auto e targhe ha dato il via alle investigazioni, proseguite con pedinamenti e rilevazione di video da telecamere di sorveglianza.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina