Sugli itinerari della Liberazione, al via il convegno di Liberation Route Italia


"Liberation Route Europe's Trails in Italy" è il titolo dell’evento che si terrà giovedì 27 ottobre, dalle 9.30, nella sala Pegaso della presidenza della Regione Toscana (piazza Duomo 10, Firenze). È organizzato da Liberation Route Italy, sezione italiana di Liberation Route Europe, associazione nata alcuni anni fa con l’obiettivo di valorizzare – unendo memoria, cultura e turismo – sentieri, percorsi, rotte della Liberazione dal nazifascismo, su cui combatterono le forze alleate e partigiane nei mesi finali della Seconda Guerra mondiale.Con l’evento di giovedì prossimo, Lre Italia presenterà le proprie attività che vedono al centro lo sviluppo di una rete di itinerari tematici nel nostro paese. Il convegno sarà anche l’occasione per avviare un dialogo e promuovere collaborazioni con tutti i soggetti interessati alla divulgazione e diffusione di questi itinerari e luoghi della memoria in Toscana.La Regione ha aderito ufficialmente a Liberation Route nel febbraio scorso. In precedenza, lo avevano fatto altri comuni ed enti toscani come Lucca, Capannori, Borgo a Mozzano, il Museo della Pace di Sant’Anna di Stazzema, il consorzio di guide turistiche Turislucca."Liberation Route Europe's Trails in Italy", dal titolo dall’omonimo progetto che l’associazione sta portando avanti, è promosso con il contributo della Repubblica Federale di Germania attraverso Fondo Italo Tedesco per il Futuro e con la collaborazione di Regione Toscana, assessorato alla cultura della Memoria e relazioni internazionali e assessorato all'economia, attività produttive, politiche del credito e turismo.La giornata vedrà in apertura i saluti dell’assessora alla cultura della Memoria Alessandra Nardini, dell’assessore alle attività produttive Leonardo Marras, e della console onoraria della Germania Renate Wendt. Intorno alle 10.15, la discussione entrerà nel vivo con l’introduzione e il coordinamento della neopresidente di Lre Italia Raffaella Mariani. Sono previsti gli interventi del direttore di Lre Italia Carlo Puddu, dell’executive manager dell’associazione Katia Gerunda e del direttore del Parco nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema Michele Morabito.Alle 11, il focus su “Luoghi e percorsi sulla Linea Gotica e non solo” con Paolo Pezzino, tra i più autorevoli studiosi italiani della storia Resistenza e della Liberazione e presidente dell’Istituto Parri, di Camilla Brunelli, direttrice della Fondazione Museo della Deportazione e Resistenza di Prato, Matteo Mazzoni, direttore dell’Istituto storico toscana della Resistenza e dell’età contemporanea, coordinati da Mirco Carrattieri, direttore generale dell’Istituto Parri.Per partecipare al convegno è necessaria l’iscrizione a italy@liberationroute.com



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina