Codice Rosa, 128 vittime di violenza nell'Empolese Valdarno Valdelsa

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne la rete territoriale “Codice Rosa” ricorda quali sono i servizi da tempo attivi nei territori della SDS Empolese Valdarno Valdelsa a cui le donne possono rivolgersi in caso di bisogno.

Sono 128 le persone vittime di violenza, di cui donne da sole o con figli minori, intercettate nel 2022 dalla rete territoriale Codice Rosa Empolese Valdarno Valdelsa, coordinata dalla dottoressa Loredana Moraru (il dato è aggiornato a novembre 2022).

In Italia, ogni giorno 88 donne sono vittime di violenza, una ogni 15 minuti (Report Polizia Stato). Inoltre 1 donna ogni 3 giorni viene uccisa per mano del proprio partner
La rete territoriale Codice Rosa, nella dimensione organizzativa, prevede un team multidisciplinare costituito dalla referente territoriale e dai professionisti dei servizi sanitari e sociali impegnati nella risposta alle vittime di violenza ed opera in stretto contatto e in sinergia con Enti, Centri Antiviolenza e Associazioni del Privato Accreditato coinvolti nei percorsi di sostegno e protezione delle vittime nello specifico ambito territoriale.

“Il team assicura la rapida valutazione del rischio di recidiva della violenza a seguito dell’accesso in emergenza e identifica la disponibilità delle risposte appropriate- sottolinea la dottoressa Elisa Guerrieri, Coordinatore Servizio Sociale Territoriale-Si configura come una modalità operativa funzionale e necessaria a garantire la continuità assistenziale dall’intervento in acuto, realizzato dalla Rete Codice Rosa, all’intervento post acuto di competenza della Rete dei servizi territoriali.”

In Toscana da fine 2020 è attiva la centrale unica di emergenza NUE 112. Ogni giorno gli operatori tecnici prendono in carico almeno una decina di chiamate relative a casi di violenza di genere.

E’ attivo inoltre il 1522 - Numero Antiviolenza e stalking- servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero, gratuito è attivo 24 h su 24, accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking.

"Nella prevenzione e nel contrasto a qualsiasi forma di violenza, nodi fondamentali e imprescindibili della rete territoriale sono i nostri partner ovvero il Centro Antiviolenza Lilith, con sede a Empoli, il Centro Antiviolenza Frida Kahlo con sede a San Miniato e il CAM (Centro di Ascolto Uomini Maltrattamenti) con sede a Firenze.

Si tratta di associazioni che attraverso il centro antiviolenza, gli sportelli e l'attività integrata all'interno del team, insieme ai servizi socio-sanitari del territorio, sostengono le donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza, offrendo accoglienza telefonica, colloqui di sostegno, consulenza e assistenza legale, ospitalità in casa rifugio nonché, nel caso del CAM, presa in carico degli uomini autori di comportamenti violenti nelle relazioni affettive- conclude la dottoressa Moraru"



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina