Evvai, al Palazzo delle Esposizioni il confronto sui migranti usciti dall'accoglienza

È arrivato alla conclusione Evvai (Empolese Valdarno Valdelsa Aperti Inclusivi), il progetto finanziato all'interno del programma Fami 2014-2020, che aveva come obiettivo il completamento del percorso di autonomia di persone migranti uscite dai circuiti dell'accoglienza.

Per fare il punto su quanto è stato realizzato, sul futuro delle azioni da intraprendere e per approfondire alcune delle buone pratiche realizzate in altri territori italiani, giovedì 1 dicembre 2022 al Palazzo delle Esposizioni di Empoli a partire dalle 14.30, è previsto l'evento di chiusura.

Il progetto, portato avanti da una rete di soggetti composta da Consorzio CO&SO Empoli, Arci Empolese Valdelsa, l'associazione Nosotras, l'associazione Arturo, la Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, Consorzio Opere di Misericordia, Movimento Shalom e le cooperative La Pietra d'Angolo e Lo Spigolo, ha svolto la propria azione a partire dal giugno 2020, concentrandosi su tre ambiti: casa, lavoro e inclusione.

L'evento conclusivo seguirà quindi le direttrici che hanno orientato il progetto e sarà diviso in tre momenti. Nella prima parte, dopo i saluti di Alessio Spinelli, Sindaco di Fucecchio e Presidente della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, Maurizio Cei, responsabile di Evvai, presenterà dati e risultati del progetto.

Nella seconda parte della giornata si continuerà la discussione in tre gruppi di lavoro, che saranno facilitati, oltre che dai referenti dei partner che si sono occupati delle specifiche aree, da esperti e rappresentanti di progetti analoghi in altri territori italiani.

Per il tavolo dedicato alla casa interverranno Barbara Dell'Anno e Camilla Petrini di Arci Pistoia con l'esperienza dei circoli rifugio e accoglienza familiare e Lorenzo Chialastri della cooperativa Roma Solidale, che presenterà una buona pratica nell'ambito della ricerca di soluzioni abitative.

Per parlare di lavoro ci saranno invece Emma Festini di Altro Diritto, con la quale si discuterà di lavoro illegale e reinserimento in ambito sociale e lavorativo e Anamaria Voicu del Cidis Onlus, che presenterà l'esperienza di Mums at work, empowerment per mamme (migranti), buone prassi tra Italia e Europa.

Si discuterà di inclusione, invece, con Giuditta Giunti, responsabile Settore Immigrazione per Anci Toscana, che presenterà l'importanza della "rete" nei percorsi di inclusione territoriale e con Thomas Pozzato dell'associazione sportiva dilettantistica balon mundial onlus: lo sport come momento di inclusione.

Dopo il lavoro in gruppi, ci sarà il momento di restituzione finale, con le conclusioni di Brenda Barnini, Sindaca di Empoli e delegata per l'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa sull'immigrazione.

L’evento si concluderà con una cena, realizzata dai partecipanti del corso di cucina internazionale, che alcuni beneficiari del progetto hanno frequentato e con la restituzione dei laboratori e degli spettacoli teatrali realizzati nei mesi scorsi.



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina