Da San Miniato in Terrasanta, l'esperienza dell'IT Cattaneo

Sedici studenti dell'istituto tecnico “Carlo Cattaneo” di San Miniato hanno avuto la possibilità dall'11 al 17 settembre scorsi di poter passare un periodo tra Israele e Palestina, così da conoscere da vicino la situazione sociale e la convivenza tra i diversi popoli in Terrasanta. Per questo motivo lo scorso sabato, 26 novembre, la scuola ha organizzato un evento in Auditorium per rendicontare quanto avvenuto in questa esperienza, sostenuta economicamente e propiziata dall'Andrea Bocelli Foundation grazie alla vittoria, da parte di una parte di questo gruppo di ragazzi, della scorsa edizione del concorso “Talent4You” in cui si chiedeva di presentare idee e progetti legati al tema del conflitto. Oltre la metà dei ragazzi selezionati di questa “call of ideas”, aperta a tutte le scuole, risultava proveniente proprio dall'istituto tecnico sanminiatese.

Sabato mattina al “Cattaneo” erano presenti, oltre al dirigente scolastico Salvatore Picerno e ai docenti Alessandra Dal Canto e Marco Casalini, anche il direttore generale di ABF, Laura Biancalani, accompagnata da Serafino Carli, coordinatore pedagogico dell'area progetti educativi di ABF. Con loro tutti i ragazzi che hanno preso parte al viaggio in Terrasanta: per la classe 5AR Miriana Alfieri, Antonio Licata, Mario Gaetan, Rosilda Gjana, Chiara Pellerito, Jaismeen Rai, Marco Ricciardi e Benedetta Wan, per la 5BA Noemi Petri, Ilaria Ciotta, Assunta Russo, Kledi Mallkuci e Valentina Iacomelli, per la 5BT Filippo Gozzi, Elia Ciardi e Giovanni Pitrè. La “call for ideas”, in particolare, era stata vinta da Noemi Petri e Ilaria Ciotta, le quali avevano proposto la realizzazione di un podcast con target gli adolescenti e che dovranno realizzare con il sostegno di alcune attività imprenditoriali che reputeranno appetibile questo progetto.

Il viaggio relativo alla prima edizione di “ABF Talent4You” è stato utile a far sì che i ragazzi vivere da dentro la situazione del posto, parlare con numerose persone tra cui il Patriarca di Gerusalemme dei Latini, Pierbattista Pizzaballa, conoscere situazioni come quella di un campo profughi, infine prestare servizio in una casa di riposo e in un orfanotrofio. Questa settimana in Terrasanta era stata anticipata da un periodo di formazione avvenuto sempre assieme alla Andrea Bocelli Foundation attraverso un altro progetto denominato “Barriere”, ospitato nella sede fiorentina dell'associazione nei mesi di ottobre e dicembre dello scorso anno. Adesso il “Cattaneo”, con i propri studenti, proverà di nuovo a confermarsi con altri propri studenti nella nuova edizione di “Talent4You”, il cui bando scadrà il 16 dicembre.

«I progetti come “Barriere” e “ABF Talent4you” mirano a promuovere nei partecipanti la consapevolezza del sé e l’auto realizzazione, andando a lavorare sulle potenzialità di ognuno. – afferma Laura Biancalani, direttore generale ABF – Il percorso formativo di tutti i progetti che fanno parte dell’ABF GlobaLab che ha sede in Firenze, nel complesso di San Firenze, è caratterizzato da approcci formativi e esperienziali, che si concretizzano in metodi esperienziali come il lavoro di gruppo e attività laboratoriali di carattere interattivo-cooperativo».

«Nel deserto l'immensità ci ha fatto sentire piccoli e fragili – sono le parole con cui la studentessa Assunta Russo ha concluso la mattinata di sabato – il silenzio faceva un rumore assordante. Il muro di divisione ci ha fatto capire che dietro un disegno c'è molta sofferenza. Nella casa di riposo siamo stati avvolti da molte storie diverse, ma che fino a ora hanno trovato un finale comune. Perché adesso dentro quel sorriso c'è la storia di una donna che ce l'ha fatta e ha raggiunto il suo status di felicità. Ogni posto visitato, ogni persona incontrata in questa esperienza, ha lasciato un segno dentro di noi. Non c'è una parola migliore per racchiudere questa esperienza se non “cambiamento”».

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

torna a inizio pagina