Firenze Artigiana, inaugurazione nella Sala della Musica

A sette anni di distanza dalla Casa delle Eccellenze di Milano Expo, l’artigianato artistico fiorentino torna nella Sala della Musica dell’ex Tribunale di San Firenze con “Firenze Artigiana”, il Temporary Mall fortemente voluto ed organizzato da CNA Firenze Metropolitana con il patrocinio del Comune di Firenze ed il contributo di Artigiancredito e Assicoop Toscana.

L’inaugurazione questo pomeriggio, alle ore 15:00, alla presenza di Giacomo Cioni, Presidente CNA Firenze Metropolitana, Giovanni Bettarini, Assessore alle attività produttive del Comune di Firenze, Luca Milani, Presidente del Consiglio comunale.

“L’obiettivo è quello di promuovere e sostenere un comparto, quello dell’artigianato artistico, che racchiude l’essenza della storia del nostro territorio, ha un grande valore culturale e sociale, e al contempo è una importante risorsa economica e occupazionale, nonostante abbia molto sofferto negli ultimi due anni per la pandemia - spiega Cioni – Siamo molto soddisfatti che Palazzo Vecchio abbia accolto la nostra richiesta di rinnovare l’esperienza più che positiva di Milano Expo, concedendoci il medesimo spazio. Certo, per un periodo temporaneo, ma è un primo passo nella direzione giusta che da tempo auspichiamo: quella di reinventare aree inutilizzate del centro cittadino con la creazione di uno spazio espositivo e di vendita permanente riservato agli artigiani fiorentini che lo occuperebbero con turnazioni. Una proposta, la nostra, che va nella direzione di rilancio urbano, di tutela dell’identità, di protezione con uno strumento di pianificazione di commercio tradizionale e artigianato perseguite dallo stesso Sindaco Nardella”.

“Gli artigiani e la loro arte tornano protagonisti con una esposizione che mette in una mostra eccellenze dei settori che hanno reso il nostro Made in Florence famoso nel mondo” ha detto l’assessore alle attività produttive Giovanni Bettarini. “Nel cuore di Firenze un evento come questo aiuta a promuovere il nostro artigianato artistico e la maestria dei nostri artigiani. Ringraziamo pertanto Cna per questa nuova iniziativa che mira a valorizzare il meglio del nostro territorio”.

“Una bellissima iniziativa – spiega il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – che promuove le eccellenze dei nostri migliori artigiani. Consapevoli del valore dei luoghi del commercio e dell’artigianato di qualità vogliamo tutelare, valorizzare e riconoscere grande merito a queste persone che con il loro sapiente lavoro esprimono qualità e mantengono connessioni con la tradizione, ma sanno anche innovare”.

Il comparto, informa l’associazione degli artigiani, nella Città Metropolitana è composto da oltre 6mila imprese, per un totale di più di 32mila addetti: una galassia di piccole e piccolissime imprese (solo il 6% ha più di 15 dipendenti) attiva per il 24% nella pelletteria e tappezzeria, 14% nell’alimentare, 12% nell’abbigliamento, 11% nelle decorazioni, 9% nella tessitura e ricamo, 8% nei metalli pregiati, 7% nel legno, 4% nei metalli comuni, 4% nella ceramica e vetro, 2% nel restauro, 2% negli strumenti musicali, 2% nella fotografia e pittura, 1% nella carta. Il fatturato complessivo, prima della pandemia che ha picchiato duro sul comparto, ammontava a circa 7 milioni di euro.

“Firenze artigiana” sarà aperta dal 29 novembre al 6 dicembre, con ingresso libero tutti i giorni, dalle 10 alle 18:00 (compresa la domenica), con 14 imprese dei settori ceramica, commesso fiorentino, liuteria, mosaico, oreficeria, pittura su tavola, lavorazione della paglia, tessitura. A completare l’allestimento anche un’esposizione di fotografie storiche di artigiani messe a disposizione dall’Archivio storico fotografico Foto Locchi.

I visitatori potranno inoltre votare la loro impresa preferita, sia direttamente, nella Sala della Musica, che sulla pagina Facebook di CNA (@cnafirenze) nell’apposito contest “Eccellenza artigiana” che sarà aperto domani, 30 novembre.

Le aziende che espongono e vendono le proprie creazioni sono: Maria Gaia Piccini – Pontevecchio (gioielleria), Fondazione Arte della Seta Lisio (tessitura), Bottega Scuola per l’artigianato Liutario (liuteria), Silvia Logi Artworks (mosaico contemporaneo), Studio Ceramico Giusti (ceramica), La Nuova Musiva (Commesso Fiorentino), Anna Ermini (oreficeria), Veronica Balzani (pittura), AT Sculture da indossare (gioielli scultura), Diamantina Palacios (tessitura), Di Sogni Dipinti by Beatrice (ceramica), Jole sul prato (gioielleria e oreficeria), Aquattromanos (accessori in paglia), Archivio Fotografico Foto Locchi (foto storiche).

Sabato 3 dicembre, alle ore 16:30, il temporay mall ospiterà anche la presentazione di “Quotidiano ceramico sostenibile”, un quaderno di buone pratiche per imparare il processo di riutilizzo delle materie prime di avanzo dei lavoratori di ceramica. Il volume, curato da Fierucola APS è edito da Libreria editrice fiorentina.

Fonte: Cna - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina