Spacca il parabrezza del bus e tenta di aggredire l'autusta: paura a Capannori

Un’altra aggressione, l’ennesima, al personale del trasporto pubblico locale toscano. Ieri sulla linea 6 Lucca-Capannori, al capolinea di Capannori un uomo, visibilmente alterato e in stato confusionale, ha tentato di aggredire l’autista a bordo del mezzo, Fabrizio Burgalassi coordinatore provinciale della Uiltrasporti di Lucca, scaraventando addirittura contro il mezzo un jersey che si trovava a bordo strada infrangendo il parabrezza. In quel momento al capolinea erano presenti molte persone, tra cui anziani, in attesa di salire sul bus.

“Non è accaduto niente di grave solo per un colpo di fortuna, perché ho avuto la prontezza di chiudere le porte in tempo per non far salire l’aggressore e mettere così in salvo i passeggeri - racconta Burgalassi - La situazione sta davvero sfuggendo di mano, le aggressioni verbali sono all’ordine del giorno e quelle fisiche di fanno sempre più frequenti. Ripeto, in questo caso non è accaduto niente di irreparabile per un caso fortuito. Ma non è accettabile che ci siano persone che agiscono indisturbate contro persone e cose, provocando danni ingenti ai mezzi, qui si parla di 5-6000 euro di danni. L’incolumità del personale e dei passeggeri deve essere garantita”.

“Da tempo chiediamo che aziende e istituzioni affrontino un problema che sta diventando ingestibile - spiega David Zullo per la Segreteria regionale Uiltrasporti Toscana - Serve un tavolo specifico che metta al centro le aggressioni nel trasporto pubblico locale. A bordo dei mezzi esistono strumentazioni di video sorveglianza che spesso non funzionano, i mezzi inoltre non sono dotati di porte blindate che si possono aprire solo dall’interno come hanno più volte chiesto i sindacati. Passeggeri e personale non possono essere in balia di soggetti che ne mettono a rischio la salute e la sicurezza. Servono risposte immediate”.

Lega Toscana: "Episodio grave, nei bus servono telecamere e cabine antintrusione"

"Desideriamo esprimere la nostra solidarietà all'autista del mezzo pubblico che ha subito un tentativo di aggressione da parte di un esagitato - affermano il Consigliere regionale leghista Massimiliano Baldini ed i componenti del Gruppo Consiliare della Lega di Capannori, Domenico Caruso, Salvadore Bartolomei, Ilaria Benigni, Giuseppe Pellegrini e Gaetano Spadaro -. Tra l'altro, solo la prontezza di riflessi dell'uomo alla guida del mezzo, ha evitato che lo sconsiderato salisse a bordo, mettendo, così, a repentaglio pure l'incolumità dei passeggeri. Un fatto grave, l'ennesimo, che testimonia quanto sia importante correre immediatamente ai ripari per scongiurare il ripetersi di questi episodi".

"E', dunque, fondamentale - precisano gli esponenti leghisti - che Azienda ed Istituzioni facciano quadrato per fronteggiare tale deleterio fenomeno. Servono telecamere interne agli autobus sempre funzionanti e realizzare cabine antintrusione; occorre, infatti, garantire la massima sicurezza per lavoratori e viaggiatori".



Tutte le notizie di Capannori

<< Indietro

torna a inizio pagina