Il tartufo di marzo veste San Miniato di nuovi colori

(foto gonews.it)

Buona la prima per l’edizione numero uno del mercato del tartufo marzuolo e delle tipicità locali di San Miniato, iniziativa che apre ufficialmente la stagione del bianchetto nella Città della Rocca: già dal mattino di domenica tante persone hanno visitato il mercatino dell’antiquariato e dell’artigianato in piazza del Popolo, le bancarelle in corso Garibaldi e gli altri stand (compresi quelli dei commercianti di tartufo e di vino) ai Loggiati.

Subito dopo il taglio del nastro con le autorità locali, nella saletta della biblioteca Luzi alcuni fortunati hanno potuto affrontare un’analisi sensoriale del marzuolo, grazie alla presenza dell’agronomo Guido Franchi e degli chef Benedetto Squicciarini e Marco Nebbiai di Slow Food. Senza dimenticare la possibilità di pranzare nella parte inferiore dei loggiati con Slow Food e a Mercati della Terra.

Nel pomeriggio molti turisti e semplici curiosi hanno assaggiato il marzuolo con due cooking show: protagonisti lo chef dell’agriturismo La Marrucola e gli studenti della scuola alberghiera di Volterra.

Sempre al pomeriggio è andata in scena la dimostrazione di cerca e cavatura del tartufo ai vicoli carbonai, in collaborazione con l’associazione Tartufai. La giornata si è avvalsa della collaborazione di: Associazione nazionale Città del Tartufo, Camera di Commercio Toscana Nord Ovest, Associazione Tartufai, Terre di Pisa, Vetrina Toscana, Pro Loco San Miniato, Mercati della Terra, Slow Food, Ccn San Miniato.

Soddisfazione da parte del presidente di Fondazione San Miniato Promozione Marzio Gabbanini: “Grazie al lavoro di tutti – la nostra struttura, il cda, l’amministrazione comunale, i commercianti, i tartufai e le varie associazioni – abbiamo riscontrato un ottimo successo.

E’ un buon punto di partenza per il progetto che prende il nome di “San Miniato tartufo tutto l’anno” e che vede questo fungo ipogeo in tutte le sue vesti fare da volano per il centro e le frazioni non solo a novembre con la Mostra Mercato ma anche a primavera col marzuolo e d’estate con lo scorzone. L’ottica rimane quella di affermarci come capitale toscana del tartufo, perché ne abbiamo tutte le caratteristiche”.

Prossimo appuntamento sabato e domenica prossima a Corazzano con la prima sagra del tartufo marzuolo e nel weekend successivo a Cigoli per la XXIII edizione della Mostra Mercato del tartufo marzuolo (al circolo di Cigoli sarà possibile gustare il bianchetto anche in questo fine settimana).

Fonte: Fondazione San Miniato Promozione



Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

torna a inizio pagina