Ultima lettura della stagione per le novelle del Boccaccio a Certaldo

Ultimo appuntamento della stagione, venerdì 12 aprile alle 21.30 in Casa Boccaccio a Certaldo, per la rassegna di letture ad alta voce del Decameron a cura della compagnia teatrale “L’Oranona Teatro” e coprodotta dall'Ente Boccaccio.

La rassegna “Si racconta le novelle del Boccaccio” anche quest’anno ha ottenuto il favore del pubblico, decretando un bilancio positivo, e in vista delle celebrazioni, nel 2025 per i 650 anni dalla morte di Boccaccio, si annuncia la volontà di ampliare questo appuntamento che si svolge ogni secondo venerdì dal mese da ottobre ad aprile.

“Obiettivo principale delle letture pubbliche del Decameron è proprio quello di divulgare l’opera di Boccaccio, quanto mai attuale, offrire occasioni di riflessione, avvicinare ed appassionare il pubblico alla letteratura facendo risultare il passato, anche trecentesco, vivace e contemporaneo, ha detto la prof.ssa Giovanna Frosini presidente dell’Ente Boccaccio. Anche questa stagione ha riscosso un notevole successo, segno dell’apprezzamento dell’iniziativa grazie agli interpreti de L’Oranona Teatro, che sanno trasmettere e restituire il Trecento toscano, e che convintamente sosteniamo per rendere la rassegna stabile e permanente in Casa Boccaccio. Per il prossimo anno, in occasione delle celebrazioni, stiamo pensando di ampliare questa piattaforma di dialogo, che unisce arte, teatro e letteratura, costruendo un vero modello culturale, per offrire maggiori momenti di conoscenza del più grande scrittore di prosa del Trecento”.

“Siamo orgogliosi di questo progetto teatrale, nato 18 anni fa da una intuizione originale di Carlo Romiti, che permette di avvicinare ed interessare le persone alle opere di Boccaccio ma più in generale al nostro patrimonio culturale. L’Associazione Polis collabora con l’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio da molti anni e grazie alla sinergia e il sostegno dell’Ente e del Comune di Certaldo la casa museo in Certaldo Alta è diventata un reale e prezioso crocevia di arte letteraria. L’idea di ampliare la rassegna è un traguardo che vogliamo raggiungere per onorare questo importante appuntamento che ci attende il prossimo anno”, così il presidente dell’Associazione Polis Alfiero Ciampolini.

“Siamo grati alla compagnia teatrale L'Oranona, all'Associazione Polis e all'Ente Boccaccio per la capacità e l'impegno dimostrate, che hanno reso questa rassegna una realtà stabile e apprezzata e Casa Boccaccio un punto di riferimento per l'arte e la cultura, ha sottolineato Giacomo Cucini sindaco di Certaldo. Ampliare la rassegna è un bellissimo obiettivo che onora al meglio le celebrazioni del 2025, quando commemoreremo i 650 anni dalla morte di Boccaccio”.

La quarta novella della quarta giornata è affidata alla lettura di Alessia Giusti e racconta l’amore infelice di due giovani, Gerbino e la figlia del re di Tunisi. La voce narrante è accompagnata dalla musicista Eva Conforti, al violino, le musiche sono originali e composte dal maestro Damiano Santini, mentre la direzione artistica è di Martina Dani Recchi.

L'ingresso è libero con prenotazione obbligatoria al numero 0571663580 oppure scrivendo a info@laboratoripolis.it

La nuova stagione riprenderà ad ottobre 2024 con la novella IV, 5.

"Si racconta le novelle del Boccaccio" è un progetto dell’Associazione Polis a cura de L'Oranona Teatro, che ha residenza a Certaldo all’interno dell’Associazione Polis, coprodotto dall'Ente Nazionale Giovanni Boccaccio e in collaborazione con il Comune di Certaldo.

Fonte: Ente Nazionale Giovanni Boccaccio



Tutte le notizie di Certaldo

<< Indietro

torna a inizio pagina