Raccont'arti-Premio Castelfiorentino, attesi oltre 500 partecipanti

Da sinistra Michele Palazzi, Vittore Buzzi, Paolo Regini, Maria Cristina Giglioli e Ennio Furesi

Fervono i preparativi per la quarta edizione di Raccont’arti-Premio Castelfiorentino per le Arti, il premio curato dalla Banca Cambiano 1884 SpA - Ente Cambiano Scpa, dal Comune di Castelfiorentino e dalla Fondazione Teatro del Popolo di Castelfiorentino.

In pochi anni il premio si è ritagliato uno spazio e una credibilità notevoli, tanto da arrivare, nell’ultima edizione, a circa 500 partecipanti. Anche quest’anno in linea con l’impegno assunto sin dalla nascita di individuare temi attuali e comunque tali da contribuire a dare una visione autentica della fotografia contemporanea, è stato scelto per il concorso, un argomento davvero stimolante: “Beyond and Elsewhere: la fotografia contemporanea alla ricerca di futuri possibili per una innovazione consapevole dello sguardo”.

Intervenendo a Villa Fagan, sede della Banca Cambiano 1884 SpA, a Firenze, che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione, il presidente Paolo Regini ha sottolineato l’importanza del premio.

"Ente Cambiano e Banca Cambiano - ha dichiarato il presidente - anche quest’anno sono liete di presenziare la conferenza stampa di Raccont’Arti nella nostra sede fiorentina. Il tema del Premio è interessante e siamo certi che saranno tante le fotografie belle ed attuali sottoposte al giudizio della giuria. Non può mancare il nostro doveroso ringraziamento alla Fondazione Teatro del Popolo di Castelfiorentino, e in particolare alla Presidente M. Cristina Giglioli, che si è prodigata nella ideazione e realizzazione del progetto con l’impegno e la dedizione di sempre".

Il premio è articolato in due sezioni: OPEN (per maggiori di 18 anni) e STUDENT (riservata agli studenti di fotografia in Università, Accademie e Scuole).

"Proseguiamo con determinazione ed entusiasmo il percorso iniziato tre anni fa, che esplora il mondo affascinante ed in costante evoluzione della fotografia contemporanea- sottolinea la Presidente della Fondazione Teatro del Popolo, Maria Cristina Giglioli- il nostro obiettivo è di fornire stimoli ed opportunità a questo universo vissuto particolarmente da giovani. Il Premio Raccont’Arti è un frutto di questo territorio e delle sue più importanti realtà culturali, in primis la Fondazione Teatro del Popolo che lo ospita, con l’obiettivo di promuoverle e farle conoscere oltre i propri confini. Ci auguriamo che la grande accoglienza e partecipazione che ha avuto nelle precedenti edizioni, si ripeta anche quest'anno, consolidando la presenza del Premio in uno scenario nazionale ed internazionale".

I progetti fotografici singoli e collettivi di Raccont’arti, dovranno pervenire entro il 30 ottobre 2024. Le modalità di iscrizione (la partecipazione è gratuita), sono reperibili dal sito (premiocastelfiorentino.it) che contiene tutte le informazioni necessarie.

La premiazione (al vincitore del Premio Open € 3.000 e al vincitore del Premio Student € 500), si terrà il 30 novembre 2024 al Teatro del Popolo di Castelfiorentino e sarà seguita dalle mostre dei lavori premiati. I vincitori saranno designati da una giuria composta da Vittore Buzzi, Alessandro Calabrese, Giorgio Di Noto, Serena Nocentini, Michele Palazzi e Francesca Todde.

"Esiste un luogo di innovazione e sperimentazione? Quale nuovo spazio per l’uomo? Quali nuovi racconti, riflessioni, percorsi e immagini ci accompagneranno? Per questo –sottolinea Vittore Buzzi, Direttore scientifico di Raccont’arti- abbiamo deciso di dare spazio a giurati giovani che abitano l’arte, la fotografia e l’editoria in modo di meglio rappresentare i profondi cambiamenti che stiamo attraversando".

Da segnalare, infine, che è prevista la pubblicazione del portfolio vincitore del premio sulla rivista “Gente di Fotografia”.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Castelfiorentino

<< Indietro

torna a inizio pagina