Atto vandalico al comitato della Lega a Pisa, Ziello: "Vergogna inaudita"

pisa_ziello_sede_lega_vandali_

Nella notte tra mercoledì 28 febbraio e giovedì 1 marzo a Pisa si è registrato un atto vandalico alla sede del comitato della Lega Nord. A denunciarlo è Edoardo Ziello, che su Facebook ha scritto: "Una vergogna inaudita che rispecchia il clima di odio che una parte politica ha voluto creare nella città di Pisa. Come al solito non ci faremo intimorire dal gesto di un pazzo, poiché sappiamo molto bene che la maggioranza dei pisani perbene è dalla nostra parte e andremo avanti con ancora più forza".

"Condanna della città dell'atto ignobile e solidarietà a chi è stato colpito, al comitato elettorale della Lega. La campagna elettorale deve concludersi nel rispetto di tutti e nella tolleranza. Le aggressioni verbali e l'intolleranza verso gli avversari politici esaltano pochi e allontanano tanti dalla politica e dalla partecipazione al voto. Pisa vuole un confronto democratico serrato ma corretto" così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi sul danneggiamento della vetrina del comitato elettorale della Lega.

Il commento di Latrofa

“L’atto vandalico alla sede pisana della Lega è l’ennesima dimostrazione di un sistema di potere che nella nostra città vorrebbe coprire, con la sua cappa asfissiante, ogni voce contraria” dichiara il candidato sindaco per Pisa nel Cuore, Raffaele Latrofa. “Massima solidarietà agli amici della Lega, con i quali intercorrono ottimi rapporti politici e personali. Siamo sicuri che non retrocederanno di un passo dalla loro azione politica. A noi il dibattito, anche aspro, piace; ma sempre nel rispetto delle regole”.

In una società civile, secondo Latrofa, atti del genere non sono nemmeno immaginabili: “Sono segno della deriva della politica, che caratterizza purtroppo questi ultimi tempi. È inammissibile, nel 2018, che la sede di un partito sia oggetto di gesti di violenza da parte di sconsiderati. Episodi di questi tipo sono esecrabili: quando saremo noi ad amministrare la città, faremo di tutto perché non si ripetano verso nessuna forza politica”.

FdI-An si esprime

"Chi semina vento raccoglie tempesta. In una campagna elettorale in cui la sinistra, non avendo il coraggio di proporre soluzioni concrete per l’Italia, ha impostato tutto sulla rievocazione di fantasmi e pericoli inesistenti e fuori dal tempo, cercando affannosamente di ricreare un clima da anni ’70, è inevitabile che avvengano fatti deprecabili come quelli di stanotte. “Antifascismo militante, parole poche sprangate tante!” era il mantra di una volta: a forza di ripeterlo gli scemi che lo prendono alla lettera spuntano fuori!

A Pisa un attacco alla sede cittadina della Lega Nord e a Livorno il vile pestaggio (5 contro 1) di un militante di CPI. Fratelli d’Italia condanna con forza la violenza politica, sul fuoco della quale troppi stanno soffiando. Questi metodi da vigliacchi sono stati condannati dalla storia a vanno repressi con decisione. Confidiamo nel sempre ottimo lavoro delle Forze dell’Ordine, cui va come al solito il nostro ringraziamento, e della Magistratura.

Esprimiamo vicinanza agli amici e alleati della Lega Nord e al ragazzo livornese ferito.

Auspichiamo che tutte le Istituzioni e le forze politiche, specialmente quelle locali, esprimano unanime e ferma condanna, convinti che in queste circostanze chi non condanna si rende complice con la vergogna di un silenzio immotivato.

A Pisa si respira una bruttissima aria, un cattivo odore che deve essere spazzato via dagli elettori domenica prossima e poi a fine maggio alle amministrative".

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina