Centro tradizioni popolari Empolese Valdelsa, un sito e un Comitato per crescere ancora

Dalle Befanate liriche a Faltognano a Affabula, passando per la costituzione di un Comitato Tecnico Scientifico: in tre anni il Centro tradizioni popolari Empolese Valdelsa ha fatto passi da gigante e vuole crescere ancora. Sabato 5 maggio il Centro vivrà una giornata importante dato che si terrà l'assemblea dei soci al centro culturale 'Le Corti' di via Sonnino a Montespertoli.

I prossimi passaggi per il Centro sono ben definiti. In primis, come detto, il Comitato Tecnico Scientifico. Questo è formato da personalità del mondo accademico, dell'istruzione e della cultura e coadiuva il Consiglio Direttivo e i Comuni soci. Controlla la correttezza di dati e ricerche e valida il materiale. In secondo luogo, nascerà entro la fine del 2018 un portale web, grazie alla collaborazione con i ragazzi del Ferraris-Brunelleschi inseriti in un percorso di alternanza scuola lavoro con Var Digital. Infine, ecco 'Acqua e Comunità di Persone': è un'idea progettuale che riguarda la Pesa, ergo Montespertoli e Montelupo Fiorentino, ma può essere trasversale per tutti gli undici comuni.

Il Centro Cresce, dunque. Lo afferma il presidente Alessandro Alderighi: "Vogliamo che i nostri eventi siano momenti di aggregazione, che servano alla gente per uscire e incontrarsi di nuovi. In futuro abbiamo anche in mente qualcosa per Leonardo da Vinci e per l'anniversario della morte". Il Centro attira anche molti giovani, come conferma Rossana Ragionieri, scrittrice e coordinatrice del CTS: "Anche tanti ragazzi si appassionano alle tradizioni, questo è un bene. Per i periodi a venire abbiamo un sogno, costruire un archivio non solo cartaceo ma anche di musiche, danzi e, perché no, tradizioni enogastronomiche".

"Le tradizioni popolari rappresentano una parte di quel patrimonio immateriale che caratterizza la nostra provenienza. Sono legami che conosciamo, ma che portiamo dietro anche senza accorgersene. Il lavoro appassionato che fa il comitato è una ricchezza e una risorsa" commenta soddisfatto Giacomo Cucini, sindaco di Certaldo con delega alla cultura per l'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa.

Dalla dirigenza arriva anche un altro 'sogno', realizzabile a breve: "L’auspicio forte che facciamo in vista della prossima assemblea del 5 maggio a Montespertoli, è quello di addivenire entro il 30 giugno al completamento delle adesioni istituzionali con l’Adesione del Comune di Empoli, Castelfiorentino, Certaldo, Montaione e Gambassi Terme. In modo che si possano successivamente pianificare le tappe per concretizzare l’Obiettivo di lungo periodo dell’Associazione, ovvero, la Costituzione del Centro di Documentazione Tradizioni Popolari Empolese Valdelsa".

Il Centro tradizioni popolari Empolese Valdelsa ha ottenuto il 4 agosto 2015 il patrocinio della Giunta dell'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa. L'obiettivo iniziale era di trasmettere la cultura immateriale del territorio, quella che, proprio per la sua natura di non essere fisica, spesso viene dimenticata nei cassetti della memoria. In tre anni di attività è stato possibile raggiungere un bacino di circa mille persone all'interno del circondario Empolese Valdelsa. Tra i prossimi eventi vale la pena segnalare la presentazione del Fondo Archivistico dedicato a Natale Masi (Maestro d'Ottave di Roberto Benigni), che si terrà alla Biblioteca Leonardiana di Vinci il 19 maggio.

Il direttivo del Centro vuole ringraziare Banca Cambiano 1884, le cooperative Olio e Vino Montalbano e Montalbano Agricola Alimentare Spa, la già citata Var Digital.

Il CTS attualmente è formato da
Alessandro Bencistà - presidente del Centro studi tradizioni popolari toscane
Fabio Dei dell'Università di Pisa - Civiltà e forme del sapere
Fabrizio Franceschini dell'Università di Firenze - Linguistica Italiana
Paolo Gennai - Storia e Ambiente
Gaetano Greco dell'Università di Siena - Storia Moderna
Mauro Guerrini dell'UniFi - Biblioteconomia
Carlo Lapucci - Ricercatore Tradizioni popolari
Daniela Mancini - Scrittrice, dirigente scolastico
Roberto Parenti dell'UniSi - Archeologia medievale
Giuliano Pinto dell'UniFi - Storia Medievale
Rossana Ragionieri - Scrittrice, giornalista, coordinatrice CTS
Silvano Salvadori - Ricercatore, Tradizioni popolari
Simonetta Soldani dell'UniFi - Storia contemporanea, politica e sociale
Andrea Zagli dell'UniSi - Storia moderna

Per info si può contattare il Centro scrivendo una mail all'indirizzo tradizioniempolivaldelsa@gmail.com o chiamando il numero 331.1170558

Gianmarco Lotti



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina